Con l'approvazione della Legge 64 del 6 marzo 2001 e la conseguente abolizione del servizio militare e civile obbligatorio (obiettori) è stata creata per le giovani generazioni una nuova opportunità formativa costituita dal Servizio Civile Volontario.

IL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE         logoSCU rid

Il S.C.U., istituito con decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40,  ha modificato il sistema del servizio civile nazionale.
E' un modo di difendere la patria, su base esclusivamente volontaria, il cui "dovere" è sancito negli artcoli 52 primo comma e 11 della Costituzione; difesa non armata e nonviolenta della Patria, all'educazione, alla pace tra i popoli, nonche' alla promozione dei valori comuni e fondanti l'ordinamento democratico della Repubblica.
È la possibilità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace.
Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, è una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società e contribuisce allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.
Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.
Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Universale sono riconducibili a: assistenza; protezione civile; patrimonio storico artistico e culturale; patrimonio ambientale e riqualificazione urbana, educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile esociale, e dello sport; agricoltura in zona di montagna e agricoltura sociale e biodiversità; promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata; promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo; promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero.


IL SERVIZIO CIVILE REGIONALE      servizio civile Regione Toscana

Con la Legge Regionale n.35 del 25 luglio 2006 viene istituito in Toscana il Servizio Civile Regionale “al fine di favorire la formazione dei giovani ai valori di giustizia e solidarietà e di promuovere la partecipazione sociale e l’educazione alla cittadinanza attiva e solidale” Art.1. A tale legge ha fatto seguito il relativo regolamento di attuazione, emanato con decreto del presidente della Giunta Regionale n.10/R del 20 marzo 2009. L’esperienza di volontariato nel Servizio Civile Regionale, la cui durata è stabilita in 12 mesi, è consentita a giovani italiani e stranieri residenti in Toscana che rientrano nella fascia d’età 18-30 anni. La Regione Toscana garantisce ai soggetti impiegati nei progetti:

  • la copertura assicurativa per i rischi contro gli infortuni e la responsabilità civile, relativamente ai danni da essi subiti o cagionati durante l’espletamento del servizio

  • l’erogazione a cura del servizio sanitario regionale, senza oneri per gli interessati, delle prestazioni sanitarie propedeutiche o connesse all’attività di servizio civile

  • la valutazione nei concorsi pubblici banditi dalla Regione e nelle selezioni pubbliche indette da enti regionali, finalizzati alla costituzione di un rapporto di lavoro, sia a tempo determinato che indeterminato, del periodo di servizio civile effettivamente prestato con gli stessi criteri e modalità del servizio prestato presso enti pubblici.

www.regione.toscana.it/servizio-civile




L’Azienda Usl Toscana sud est è Ente accreditato dall’Ufficio Nazionale di Servizio Civile operante presso la presidenza del Consiglio dei Ministri ed è iscritto all’Albo regionale degli Enti di Servizio Civile.

Per la gestione dei progetti sia di Servizio Civile Nazionale che Regionale è stato istituito un apposito Ufficio con il compito di individuare aree di intervento, predisporre e coordinare tutte le diverse fasi attuative del progetto.

L'attività svolta nell’ambito dei progetti di Servizio Civile Nazionale e Regionale non determina l’instaurazione di alcun rapporto di lavoro.

Responsabile Servizio Civile:
Dott. Roberto Testi
tel: 0577 536068
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.