D’Urso: “Buoni i dati su Siena, al di sopra della media regionale, ma il lavoro continua. Sette senesi su dieci hanno già ricevuto almeno una dose”

Vaccinazioni provincia di Siena per classi di età

Età

Popolazione

SIENA

Percentuale

approssimativa

di vaccinati con prima

o con entrambe le dosi

TOSCANA

Percentuale

approssimativa

di vaccinati con prima

o con entrambe le dosi

       

16 - 29

33.689

42,83%

37,67%

       

30 - 39

28.246

51,15%

49,51%

       

40 - 49

37.366

52,42%

49,69%

       

50 - 59

41.820

76,63%

73,45%

       

60 - 69

33.910

83,53%

82,61%

       

70 - 79

28.615

90,04%

88,81%

       

Over 80

25.324

95,95%

92,72%

       

Totale over 16

228.970

69,53%

66,87%

       

Vaccinazioni provincia di Siena per zone

Zona

Popolazione totale

over 16

ZONA

Percentuale approssimativa

di vaccinati con prima

o con entrambe le dosi

TOSCANA

Percentuale approssimativa

di vaccinati con prima

o con entrambe le dosi

ZONA

Popolazione da vaccinare

         

Alta Valdelsa

54.389

67,14%

66,87%

17.130

         

Amiata Senese Valdorcia Valdichiana Senese

66.241

70,14%

66,87%

19.212

         

Senese

108.340

71,31%

66,87%

30.170

         


“I risultati della campagna vaccinale nella provincia di Siena sono particolarmente buoni anche per quanto riguarda la popolazione residente, oltre che numero assoluto di somministrazioni – commenta il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso –. In totale hanno già ricevuto almeno una dose sette senesi su dieci con oltre sedici anni. La copertura degli ultraottantenni è praticamente totale, così come quella delle persone tra 70 e 79 anni. In generale, per tutte le fasce d’età e in ognuna delle tre zone distretto in cui è divisa la provincia, la copertura media è superiore a quella regionale. Risultati che sono frutto dell’impegno e della capacità della struttura aziendale, di tutti gli operatori sanitari e amministrativi impegnati in prima linea con il sostegno delle associazioni di volontariato. Ma l’impegno deve continuare su tutti i fronti: domani riaprirà il portale regionale per le prenotazioni, con la novità della fascia d’età 12-15 anni, i centri continueranno a lavorare a pieno ritmo tutta l’estate per arrivare a settembre con il raggiungimento della massima diffusione delle somministrazioni. Accanto a tutto ciò, è necessario continuare a rispettare quelle norme di sicurezza che svolgono un ruolo fondamentale nella limitazione della diffusione del virus”.