Per effetto delle disposizioni contenute nel DPCM 26 aprile 2020 (G.U. Del 27.4.2020) efficaci fino al 17 maggio 2020, il lavoro agile continua ad essere la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa, al fine di limitare la presenza del personale negli uffici esclusivamente per assicurare le attività che si ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell’emergenza. (Continua...)