Per effetto del DPCM 1 aprile 2020, pubblicato in data odierna nella Gazzetta Ufficiale, che produrrà i propri effetti dal 4 aprile 2020, la misura del lavoro agile continua ad essere la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni, al fine di limitare la presenza del personale negli uffici esclusivamente per assicurare le attività che si ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell’emergenza. (continua...)