Il Presidente della Giunta regionale stamani a Faella per "Territori sicuri"

"Il dato dei positivi si sta stabilizzando. Confronto tra le due settimane: da 8.200 a 8.500. Questo non vuol dire abbassare la guardia, anche perché continuano a preoccupare i dati su degenze Covid e terapie intensive". Il Presidente della Giunta regionale Eugenio Giani stamani a Faella per Territori sicuri. Ad accoglierlo il Sindaco di Castefranco Piani di Scò, Enzo Cacioli; il Direttore amministrativo della Asl Tse, Franesco Ghelardi e la Direttrice del Distretto Valdarno, Patrizia Castelucci.
"Vogliamo avere la capacità di contenere la diffusione ed ecco le zone rosse da lunedì: Arezzo, Prato, Pistoia e comprensorio del cuoio. Il nostro metodo vuol essere quello chirurgico: intervenire dove lievita il contagio - ha detto Giani. Gli argini alla diffusione non sono solo i provvedimenti restrittivi ma soprattutto tamponi - territori sicuri - e vaccini. I vaccini non stanno nei frigoriferi: la nostra è una Regione che è in grado di vaccinare molto di più di quello che ha a disposizione e che ha tra i tassi più alti di vaccini ricevuti e fatti. Le dosi ricevute a ieri sono state 458.840 e quelle iniettate sono 438. 452. Siamo al 95,51%".
Giani si è anche soffermato sulle rinunce alle vaccinazioni AstraZeneca: vorrei fare un richiamo alla responsabilità. La diffidenza verso i vaccini è incomprensibile. Abbiamo registrato meno del 12% di rinunce ad Astra zeneca dopo le notizie dei giorni scorsi. Questo vuol dire che quasi il 90per cento continua a fidarsi. Andiamo avanti".
Territori sicuri nel comune di Castelfranco Pian di Scò si chiude oggi pomeriggio. Fino a stamani erano stati esaminati 1.174 tamponi. 5 positivi e 1 positivo a bassa carica.