Lo screening oncologico è un intervento sanitario di prevenzione cosiddetta secondaria, finalizzata alla diagnosi precoce del tumore o delle alterazioni che possono precederne l'insorgenza.

Per questo motivo lo screening è offerto a persone sane, che non presentano disturbi, in fasce di età considerate potenzialmente a rischio di insorgenza. L'attività funziona "a chiamata": le persone sono invitate per lettera a partecipare allo screening e l'adesione è spontanea. L'esito dello screening può essere negativo e non avere alcun seguito, oppure richiedere ulteriori indagini diagnostiche.

In Toscana i programmi di screening sono definiti con l'Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica – ISPRO, il Centro di riferimento regionale per la prevenzione oncologica del Servizio sanitario regionale.

Tutte le aziende sanitarie della Toscana partecipano ai programmi di screening, con il supporto e il coordinamento di ISPRO. I programmi attualmente attivi, definiti sulla base di criteri di efficacia e qualità del percorso offerto, sono 3.

SCREENING PER I TUMORI DELLA CERVICE UTERINA - HPV
È rivolto alle donne di età compresa tra 25 - 64 anni. I test utilizzati per la prevenzione del tumore della cervice uterina sono:

  • Pap test per le donne di età compresa tra i 25 e i 33 anni. Il test deve essere ripetuto ogni 3 anni
  • Test HPV per le donne di età compresa tra i 34 e i 64. Il test deve essere ripetuto ogni 5 anni


SCREENING PER I TUMORI DELLA MAMMELLA

È rivolto alle donne di età 50 - 69 anni. Il test impiegato per lo screening del tumore della mammella è la mammografia, cioè una radiografia delle mammelle. L'esame mammografico di solito non è doloroso, può provocare solo un leggero fastidio dovuta alla compressione, necessaria per la buona qualità dell'esame. La mammografia non comporta rischi per la salute, dato che le dosi di radiazioni emesse sono molto basse.

La Regione Toscana ha deciso di ampliare la fascia di età inserendo nella fascia screening anche le donne dai 45 ai 49 anni e prorogando la fascia di età a 74 anni per quelle donne che hanno risposto ad almeno uno dei due ultimi inviti screening.
Questa iniziativa si realizzerà gradualmente.
Per le donne asintomatiche tra 45 e 49 anni il percorso screening prevede l’esecuzione di una mammografia ogni anno mentre a partire dai 50 anni il controllo è previsto con cadenza biennale (ogni due anni).

SCREENING PER I TUMORI DEL COLON RETTO
È rivolto a uomini e donne di età 50 - 70 anni. Il test di screening consiste nella ricerca del sangue occulto fecale, ovvero ricerca, nelle feci, la presenza di sangue non visibile ad occhio nudo. Si può fare raccogliendo a domicilio un campione di feci in un apposito flacone, che viene poi inviato in laboratorio per l'analisi. In caso di esito di normalità l'esame deve essere ripetuto ogni due anni. Se l'esame risulta positivo per la presenza di sangue nelle feci, è necessario effettuare esami di approfondimento, per chiarire le cause del sanguinamento.

Per informazioni di dettaglio:
ambito aretino
ambito grossetano
ambito senese

Allegati: