Durante l'emergenza per il coronavirus la fornitura degli ausilii assorbenti da parte della ditta Fater avverrà nei seguenti modi.

Modalità per la richiesta
Il servizio avviene per posta elettronica, tramite i seguenti indirizzi per ciascun ambito provinciale:
Arezzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Grosseto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Siena: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
A questi indirizzi può essere spedita la documentazione necessaria (certificazione medica che certifichi l'incontineza stabilizzata) e possono essere comunicati tutti i riferimenti necessari per la fornitura.
Rimangono aperti, solo per la consegna di documentazione e richieste, i punti si assistenza dei presidi di Colle Valdelsa (viale Marco Polo), Poggibonsi (Via della Costituzione), Siena (Pian d'Ovile), Abbadia San Salvatore (Piazzale Michelangelo), Chiusi (via Petriccia), Grosseto (Ospedale Misericordia), Arezzo (viale Cittadini), Montevarchi (Ospedale) e Castiglion Fiorentino (Casa della Salute). Le richieste saranno prese in carico dal personale Fater che poi contatterà i cittadini per telefono e mail.

Rinnovo annuale
I piani terapeutici in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 sono rinnovati automaticamente. Non sarà necessario quindi consegnare alla ditta Fater la nuova certificazione.

Informazioni e segnalazioni sulle consegne
Rimangono attivi i numeri verdi 800.22.37.38 (Arezzo e Grosseto) e 800.98.98.77 (Siena).

Consulense sulle forniture o variazioni di piani terapeutici già attivi
Il ricevimento di persona nei presidi aziendali è sospeso. Il personale Fater ricontatterà per telefono o per mail i cittadini che hanno lasciato le richieste nei punti in cui il personale è presente (vedi Organizzazione Punti Assistenza Fater per emergenza covid).
Il personale Fater è comunque contattabile tramite i seguenti indirizzi di posta elettronica, per ciascun ambito provinciale:
Arezzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Grosseto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Siena: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segnalazione di disservizio, mancata risposta e/o soluzione da parte del servizio di consulenza Fater
Contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Asl:
Arezzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 0575 254161
Grosseto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 334 6938102
Siena: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 0577 536016




L'erogazione degli ausili assorbenti (pannoloni e traverse salvaletto) viene svolta, per conto dell'Azienda Usl Toscana sud est, dalla ditta Fater, tramite consegna diretta al domicilio degli assistiti.

Aventi diritto:
soggetti affetti da incontinenza urinaria stabilizzata e/o incontinenza fecale

Materiale erogabile:

  • a) Pannoloni mutandina grandi/medi/piccoli
  • b) Pannolone Sagomato con Polimeri Grande/medio/piccolo/salvagocce; fornitura addizionale: Mutanda elastica riutilizzabile grande/media/piccola
  • c) Pannolone rettangolare (questo tipo è a misura unica); fornitura addizionale: Mutanda elastica riutilizzabile grande/media/piccola
  • d) Traverse 60X90 / 80X180

Modalità per la richiesta:
1° Fornitura
Per autorizzare per la prima volta la fornitura occorre una delle seguenti certificazioni:

  • Certificazione di incontinenza urinaria stabilizzata del medico di Medicina Generale ai sensi della DGR 399 del 26 Maggio 2008 che specifichi la necessità di materiale di assorbenza senza indicazione quali-quantitativa
  • Certificazione di invalidità in cui sia riportato “incontinenza” e Richiesta specifica del Medico Curante
  • Certificazione di “incontinenza stabilizzata” rilasciata da medico specialista del SSN o di struttura accreditata
  • Relazione di ricovero ospedaliero con riportato “incontinenza stabilizzata”.

Rinnovo a scadenza
Richiesta del Medico Curante attestante l’incontinenza urinaria stabilizzata e la necessità di materiale di assorbenza senza indicazione quali-quantitativa.