Lunedì, martedì e mercoledì prossimi si svolgerà nel comune di Castelnuovo Berardenga l’iniziativa “Territori sicuri”, lo screening promosso dalla Regione Toscana e attuato dall’Asl Toscana Sud Est in collaborazione con le amministrazioni comunali e le associazioni di volontariato. In considerazione della particolare conformazione urbanistica della frazione di Quercegrossa, divisa tra i comuni di Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni dalla strada Chiantigiana, l’Asl Tse di concerto con la Regione e Anci ha deciso di estendere a tutti i residenti dell’abitato la possibilità di aderire allo screening. In aggiunta quindi a coloro che risiedono nella parte compresa nel comune di Castelnuovo Berardenga, potranno prenotare il tampone anche coloro che sono iscritti alla sezione elettorale 4 del comune di Monteriggioni.

Le prenotazioni sono già aperte sul portale regionale territorisicuri.sanita.toscana.it inserendo nome, cognome, numero di telefono portatile, tessera sanitaria.

L’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini sottolinea la rilevanza assunta da Territori sicuri: “È uno strumento prezioso che aumenta in modo importante la nostra capacità di testing, consentendoci di individuare nuovi casi positivi, soprattutto asintomatici, raffreddare focolai in corso e monitorare il contagio. L’obiettivo è arginare il virus e spezzare le catene del contagio. La partecipazione dei cittadini è un elemento decisivo per rendere efficace l’azione della Regione, dell’Asl, degli operatori sanitari, delle associazioni di volontariato e delle stesse amministrazioni comunali. Più si riesce ad ampliare la platea dei destinatari, più lo screening di massa aumenta la sua portata. Ringrazio tutti i soggetti coinvolti, è in corso uno sforzo davvero straordinario”.

“Abbiamo deciso di autorizzare questa decisione – spiega Antonio D’Urso, direttore generale dell’Asl Toscana Sud Est – non solo per un motivo di buonsenso, ma anche per una valutazione di carattere sanitario: la comunità di Quercegrossa è unica, al di là del confine amministrativo, e quindi è corretto consentire a tutta la popolazione di partecipare a un’attività di screening fondamentale per prevenire la diffusione del contagio”.

Soddisfatti i due sindaci coinvolti. Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga, osserva: “Grazie alla Regione e all’Asl per una disponibilità che intercetta i bisogni di tutta la comunità di Quercegrossa. La collaborazione istituzionale e la disponibilità di Regione e Asl hanno consentito di trovare in breve tempo una soluzione che va incontro a tutti i cittadini residenti nell’area di Quercegrossa. Confidiamo che, come per il resto del comune, questa disponibilità possa essere accolta da una parte rilevante della popolazione”.

“Visto che nel Comune di Castelnuovo Berardenga sarà attivato il programma Territori Sicuri – aggiunge il sindaco di Monteriggioni, Andrea Frosini – considerando che la frazione di Quercegrossa è per metà situata nel territorio di Monteriggioni e dunque per gli abitanti, anche delle zone limitrofe, ci sono occasioni di interazione in luoghi comuni, ho chiesto e ottenuto dal direttore generale della Asl Toscana Sud Est, Antonio D’Urso, che ringrazio, di estendere eccezionalmente anche ai nostri concittadini iscritti nelle liste elettorali della sezione 4 lo screening effettuato con i tamponi gratuiti presso le strutture del Gruppo sportivo di Quercegrossa. Tengo a precisare che, per i motivi già espressi, l’iniziativa riguarda solo gli abitanti delle zone in questione, in quanto il nostro Comune al momento non ha superato la soglia dei parametri previsti dall’Ars per l’attivazione dello screening di massa. Ringrazio il collega sindaco, Fabrizio Nepi, per la disponibilità e collaborazione dimostrata anche in questa occasione”.