Riabilitazione oncologica, terapie complementari, attività fisica e piani di nutrizione personalizzati si potranno fare anche al centro UPMC Institute for Health di Chianciano Terme. Grazie all’accordo siglato dalla Asl Sud Est con la realtà, già accreditata, di Viale Roma sarà possibile usufruire anche a Chianciano Terme delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di riabilitazione oncologica riconducibili alle attività di medicina fisica e riabilitazione. Le attività saranno erogate ai pazienti inviati dai medici dell’Oncologia di Nottola, di Campostaggia e della Azienda Ospedaliera Universitaria Senese.

“Il Dipartimento Oncologico vede con grande favore questo accordo col privato accreditato che in provincia di Siena – commenta Enrico Tucci, direttore del Dipartimento Oncologico Asl Toscana sud est - promette di migliorare considerevolmente la qualità del percorso di cura. L’integrazione fin dall’inizio con una riabilitazione che tenga conto del benessere totale del paziente sicuramente favorirà l’adesione alle terapie e di conseguenza permetterà il conseguimento di migliori risultati clinici”.

In tutto sessanta posti a UPMC per le prestazioni specialistiche ambulatoriali di riabilitazione cardilogica-oncologica ambulatoriale dei residenti in provincia di Siena. Le prestazioni sono destinate alla presa in carico di pazienti oncologici candidati a terapia con farmaci potenzialmente cardiotossici per i quali si prospetta un percorso che riduca l’impatto negativo della malattia neoplastica e del trattamento chemioterapico sull’attività cardiovascolare. Il programma di riabilitazione oncologica inizierà con la valutazione clinica iniziale del paziente. La riabilitazione prevede terapie complementari con incontri tesi al sostegno emotivo e funzionali per favorire un miglioramento del benessere psico-fisico. Il programma sulla nutrizione prevede incontri, attraverso lezioni teorico-pratiche, che consentono di apprendere i principi di una sana e corretta alimentazione, facendo riferimento alle Linee Guida del WCRF (World Cancer Research Fund) per la prevenzione oncologica. Si aggiunge l’attività fisica che prevede, secondo un programma personalizzato, la riabilitazione fisica con esecuzione di esercizi cardio (alla cyclette o al tapis roulant), con l’aggiunta di esercizi contro resistenza. Nel corso delle sedute il paziente sarà istruito su come integrare a domicilio l’attività fisica necessaria.