Primo appuntamento davanti allo stabilimento Gsk nel comune di Sovicille

L’Asl Toscana sud est ha avviato da tempo una campagna di diffusione sul territorio della campagna di vaccinazione, che ha raggiunto scuole, manifestazioni, iniziative varie. Adesso parte la nuova tappa del progetto, che prevede il coinvolgimento del mondo del lavoro, in questa prima fase grazie alla collaborazione con Confindustria. A partire da lunedì il camper dell’Asl Toscana sud est, concesso dall’associazione Fratres regionale e dalla Fratres di Poggibonsi che lo gestisce, sarà di fronte alle aziende senesi, per sottolineare l’importanza del collegamento con il mondo produttivo. Si inizia lunedì 27 dal parcheggio davanti all’ingresso dello stabilimento Gsk, in località Bellaria a Rosia, nel comune di Sovicille. Dalle 14.30 alle 19.30 il camper dell’Asl Toscana sud est accoglierà, senza bisogno di prenotazione, tutti coloro che vorranno vaccinarsi: quindi i dipendenti dell’azienda, ma anche quelli di tutto il comprensorio industriale e chiunque si presenterà per ricevere la prima o la seconda dose, in questo caso rispettando i tempi previsti per la somministrazione.

Il secondo appuntamento è per giovedì 30, dalle 12 alle 18, di fronte alla sede della Pramac, a Casole d’Elsa in località Il Piano.

Sul camper saranno presenti medici, infermieri e personale amministrativo della Asl, all’esterno saranno allestiti spazi per l’attesa dopo la somministrazione del siero anti-Covid, in modo da riprodurre esattamente le condizioni dei centri vaccinali.

“L’Asl Toscana sud est – afferma il direttore generale Antonio D’Urso – si sta impegnando al massimo per raggiungere quelle persone che ancora non hanno aderito alla campagna di vaccinazione. Assume perciò particolare importanza, accanto a tutte le altre, questa iniziativa programmata in collaborazione con il mondo produttivo e in questo caso con Confindustria, che ringraziamo per la disponibilità. Il nostro camper ha l’obiettivo di favorire, spostandosi sul territorio, l’accesso alla vaccinazione, garantendo anche una possibilità di informazione più vicina ai luoghi di lavoro e a tutte le realtà della provincia”.

Antonio Capone, direttore generale Confindustria Toscana sud, osserva: “Con questa iniziativa riaffermiamo l’importanza ineludibile dei vaccini come garanzia per la vita civile di tutti i cittadini, il mondo delle imprese vuole fare la sua parte dando una concreta possibilità di vaccinarsi a chi ancora non lo ha fatto e contestualmente fornire tutte le informazioni”.