L’ospedale di Campostaggia partecipa, insieme alla Fondazione Onda e all’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, alla sesta edizione dell’(H)Open Week dal 19 al 25 aprile. L’ospedale dedicherà una settimana alla salute della donna, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili. Saranno offerti gratuitamente diversi servizi, fra cui visite ed esami strumentali, consulenze e colloqui, distribuzione di materiale informativo nell’àmbito di diverse aree specialistiche.

Sul sito www.bollinirosa.it sono consultabili tutti i servizi offerti con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione, che si può effettuare telefonando al numero 0577 994405 dalle 11.30 alle 13 dei giorni feriali. Eccoli in sintesi:

  • lunedì 19 aprile (ore 15-17): consulenza e visita per problemi nutrizionali per la prevenzione dell’obesità e disturbi alimentari rivolte alle bambine e adolescenti tra 5 e 14 anni.
  • martedì 20 aprile (ore 14-18): visita neurologica ed elettromiografia per diagnosi del tunnel carpale nelle donne in gravidanza/puerperio o in menopausa.
  • martedì 20 aprile (ore 14-19): consulenza cardiologia con elettrocardiogramma e misurazione della pressione arteriosa.
  • mercoledì 21 aprile (14.30-16.30): misurazione della vista alle donne di qualsiasi età.
  • mercoledì 21 aprile (ore 15-17): consulenza e visita per problemi nutrizionali per la prevenzione dell’obesità e disturbi alimentari rivolte alle bambine e adolescenti tra 5 e 14 anni.
  • giovedì 22 aprile (ore 8.30-13): visita ginecologica ed ecografia transvaginale per donne in menopausa.
  • venerdì 23 aprile (ore 14.30-16.30): misurazione della pressione oculare e valutazione papilla ottica.
  • sabato 24 aprile (ore 10-13): incontri personalizzati per problemi ginecologici, approfondimenti, richiesta informazioni (non visite ginecologiche); approfondimenti per le infezioni sessuali trasmesse e prevenzione delle lesioni al collo dell’utero correlate all’HPV (papilloma virus).

“L’istituzione della Giornata – spiega Lucia Grazia Campanile, direttore dell’ospedale di Campostaggia – nasce dalla precisa volontà di rappresentare la specificità di genere nelle problematiche di salute, in quanto le donne si ammalano in modo diverso dagli uomini e devono adottare strategie specifiche per tutelare la propria salute. L’emergenza sanitaria da Covid-19 non può farci trascurare questo importante appuntamento che ha l’obiettivo di ricordare a tutte le donne che la salute si costruisce ogni giorno con la prevenzione e a tutti noi che tutelare la salute della donna significa tutelare la salute di un’intera famiglia e di tutta la collettività. In Italia le donne, infatti, svolgono un ruolo strategico per l’adozione di stili di vita corretti e salutari in ambito domestico. Non dobbiamo poi dimenticare che la sanità è affidata per oltre il 70% alle donne, medici, infermiere, ostetriche, altre operatrici sanitarie che, in prima linea, affrontano con determinazione e dedizione la pandemia in atto e a cui oggi va un ringraziamento speciale”.