Attenta alle esigenze dei cittadini e in accordo con i sindaci della zona, la Asl Toscana sud est in sinergia con la direzione della Colline dell'Albegna ha ritenuto opportuno organizzare una seduta vaccinale extra all’Isola del Giglio e nel territorio di Pitigliano e Sorano.

L'iniziativa è stata presa per agevolare le persone della fascia di età 76-79, che hanno difficoltà a raggiungere la sede vaccinale di riferimento per le Colline dell'Albegna presso il ristorante Attimi ad Albinia, anche in virtù delle segnalazioni sollevate nei giorni scorsi. A questi pazienti sarà somministrato AstraZeneca. Resta, come da piano vaccinale, in carico ai medici di medicina generale la somministrazione agli over 80, che viene fatta nei rispettivi ambulatori o a domicilio.

“Abbiamo accolto le richieste che ci sono arrivate, consapevoli del valore della vaccinazione anti-Covid il cui accesso deve assolutamente essere garantito e facilitato quanto più possibile, come in questo caso, e ci siamo subito mossi, in accordo con i sindaci di Pitigliano, Sorano e Isola del Giglio, che ringrazio per la collaborazione – afferma il direttore generale Asl Toscana sud est Antonio D'Urso - La campagna vaccinale è in divenire e molto dell'organizzazione che possiamo stabilire dipende dalla disponibilità delle dosi che ci arrivano. Come Asl mettiamo in atto le linee di indirizzo dettate dalla Regione e dal Ministero, ma restiamo sempre in ascolto delle esigenze locali, specialmente in un territorio geograficamente esteso e diversificato come la provincia di Grosseto”.

Gli abitanti dei Comuni di Pitigliano e Sorano, rientranti nella categoria interessata, possono effettuare la pre-adesione, fino all'8 aprile, direttamente all’ospedale Petruccioli e al distretto sanitario Asl di Sorano; la seduta è stabilita per il 10 aprile, e, a seconda del numero delle adesioni, è prevista una ulteriore il 17 aprile.
Sono invece 45 i gigliesi, tra 76-79 anni, che hanno già fatto la pre-adesione per la somministrazione in programma la mattina del 9 aprile.

“Il tema dei centri vaccinali di massa è legato, al momento, ad una programmazione delle vaccinazioni sui centri hub, multisala Aurelia Antica a Grosseto, e per le zone distretto sulle sedi meso, che per la zona Colline dell’Albegna, è quella di 'Attimi'.– spiega il direttore di Zona Colline dell'Albegna, Roberta Caldesi - Nei prossimi giorni, auspicando l’arrivo di maggiori dosi, prenderemo in considerazione la possibilità di organizzare due centri vaccinali uno per la costa e uno per la collina. Valuteremo le opzioni anche secondo le recentissime direttive della Presidenza del Consiglio che sono arrivate proprio oggi”.