In merito alle file per fare i tamponi che si sono verificate nella mattinata di lunedì 15 novembre presso il drive through di Villa Pizzetti a Grosseto, l'Asl Toscana sud est è dispiaciuta per il disagio che si è creato per i genitori, personale scolastico e alunni che si sono presentati e ribadisce il suo forte impegno per migliorare la gestione dei test scolastici dopo l'entrata in vigore delle nuove linee guida appena pochi giorni fa.
I problemi si sono realizzati nelle prime fasce orarie e mattutine, risolvendosi in un flusso regolare dalle 10.30 in poi.
In ogni caso sono in via di attuazione tutta una serie di interventi migliorativi

Fasce orarie d'accesso distinte
In questi primi giorni è stata data una finestra oraria dalle 8 alle 12 alle persone, senza identificare fasce orarie. In realtà le persone sono venute soprattutto nella prima fascia oraria, per questo nei prossimi giorni verranno indicate fasce orarie distinte all’interno della mattinata per diluire gli arrivi delle varie classi.

Percorsi “walk” definiti e in sicurezza
Nei drive saranno creati dei percorsi più definiti e segnalati, nello specifico al Pizzetti all'interno del parco e non verso il parcheggio esterno, per la modalità a piedi in alternativa a quella sempre attiva in auto. Per il controllo delle distanze di sicurezza saranno coinvolte le associazioni di volontariato e saranno disposti dei gazebo in numero sufficiente a garantire la protezione dalle intemperie.
Su questo tema l'Asl si appella anche al buon senso di tutti al fine del mantenimento delle distanze.

Inoltre ricordiamo che i tamponi rapidi si possono fare non solo al drive through predisposti dall'Asl, ma anche dal pediatria di famiglia o dal medico di medicina generale, con prima un contatto telefonico per verificare la disponibilità ad effettuare il test.

Il drive through di Villa Pizzetti ha avuto in questi mesi anche giornate con afflussi simili, il flusso era però più rapido trattandosi di tamponi molecolari. Nel caso dei tamponi scolastici il Risultato viene messo subito a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie e questo comporta un’attesa di una decina di minuti e un minor scorrimento della fila.