Con l'inizio della stagione autunnale riprende l'attività dell'Ispettorato micologico del dipartimento della Prevenzione della Asl Toscana Sud Est.

Da lunedì prossimo, 4 ottobre, i tecnici della prevenzione, con qualifica di micologo del dipartimento delle Professioni tecnico sanitarie, della riabilitazione e della prevenzione, presenti in tutte le sedi aziendali, garantiranno il servizio di consulenza micologica gratuita ai cittadini, per riconoscere le specie raccolte di funghi e fornire informazioni sulla loro commestibilità. Il servizio si concluderà il 10 dicembre, salvo proroghe in base alla stagione.

Il controllo da parte degli esperti è fondamentale per prevenire le intossicazioni che puntualmente si verificano ogni anno, durante la stagione fungina; Solo l'esperto micologo, tramite l’osservazione dei funghi e le sue competenze specifiche in materia, può infatti determinare la commestibilità o la tossicità delle specie dei funghi raccolti; pertanto si raccomanda di usufruire del servizio messo a disposizione gratuitamente dalla Asl, evitando assolutamente di ricorrere a modi empirici di riconoscimento, come la “prova dell’aglio” e dell'annerimento dei metalli, il consumo da parte delle lumache o, peggio ancora, il “sentito dire”.

A causa della pandemia da Covid, come lo scorso anno, l'accesso agli sportelli micologici avverrà tramite prenotazione telefonica. Si potrà accedere nei giorni e negli orari indicati nella tabella, indossando la mascherina chirurgica e secondo le disposizioni legislative in vigore. Si ricorda, inoltre, che per rendere più agevole il controllo, i funghi devono essere presentati in contenitori rigidi e forati (cestini ) ed essere: interi (non recisi o tagliati, non spezzettati, non lavati, non raschiati o comunque non privi di parti essenziali al loro riconoscimento), puliti da terriccio, foglie e/o altri corpi estranei, in buono stato di conservazione. I funghi che al controllo del micologo non rispetteranno le condizioni sopra indicate e quelli che risulteranno appartenere a specie non commestibili o tossiche/velenose verranno distrutti.

Per informazioni vedi "Ispettorato micologico"