Sono i controlli agli ingressi principali degli ospedali il primo step della realizzazione delle misure adottate dalla Asl Toscana sud est in tutto il territorio per il contenimento dell'eventuale diffusione del Covid -19.

Dallo scorso lunedì, infatti, proprio per monitorare accuratamente il flusso in entrata delle persone che accedono all'ospedale e che circolano per reparti, ambulatori, uffici, ecc., le vie di accesso sono state limitate a quelle principali e qui è stato previsto personale qualificato che verifica attraverso la misurazione della temperatura lo stato di salute di chiunque entri in ospedale. Inoltre alle persone con sintomi da raffreddamento viene consegnata apposita mascherina e a tutti viene distribuito il gel alcolico disinfettante per le mani. Anche il numero di accompagnatori e visitatori è stato ridotto al minimo.

All'ospedale Misericordia, come in tutti gli altri 12 stabilimenti ospedalieri della Sud est, le persone possono accedere solo dall'ingresso principale, al piano piastra, accanto al bar, e da quello della nuova ala dove sono attive le postazioni di check point, operative dalle 7 alle 20. Questa misura serve per garantire che chi deve fare visite o è già ricoverato non venga a contatto con persone con sintomi sospetti e possa ricevere le cure necessarie nella massima sicurezza. Di conseguenza negli ambulatori e nei reparti non c'è necessità di ulteriori misure preventive su persone che sono già state controllate al momento dell'ingresso al presidio.

La direzione di presidio confida nella collaborazione di tutti i cittadini in un contesto generale che richiede più controlli e maggiore attenzione per la prevenzione e la tutela della salute di tutti.