In riferimento agli interventi usciti in questi giorni sui media locali, circa la mancanza di medici radiologi all'ospedale di Massa Marittima, il direttore del dipartimento Diagnostica per immagini, dottor Enrico Saloni, intende fare chiarezza sulla reale situazione:

“L'attuale carenza di radiologi al Sant'Andrea è conseguenza delle dimissioni di un medico e contemporaneamente dell'assenza, per motivi personali, di altri sanitari. Non c'è nessuna intenzione di sostituire la presenza del medico radiologo con la teleradiologia che tuttavia può risultare utile e funzionale in situazioni impreviste per garantire la refertazione. Situazione analoga si ripete a livello regionale e nazionale, in Toscana mancano 120 medici radiologi e dalle scuole di specializzazione toscane a fine anno usciranno 25 specialisti. Di questi ultimi, chiaramente, non si ha certezza della loro volontà di restare a lavorare nelle strutture sanitarie pubbliche regionali. A questo, dispiace dirlo ma è la verità, va ad aggiungersi la difficoltà di trovare specialisti disponibili a lavorare in strutture ospedaliere più periferiche. A fronte di ciò, stiamo cercando di tutelare al massimo la presenza del radiologo all'ospedale di Massa, garantendo il supporto in presenza fisica 12/12 ore da lunedì a venerdì, 6/12 ore il sabato e la reperibilità comunque attivata anche la domenica. La carenza dei medici radiologi è analoga a quella dei medici dell'emergenza, degli anestesisti o dei medici di medicina generale. Al concorso di prossima istituzione dovremo prendere specialisti e specializzandi, anche al terzo anno, per affrontare una criticità generalizzata che si riscontra ormai non solo in tutta la Asl Toscana sud est (circa 30 i radiologi mancanti), ma in tutta Italia e che non sarà facile da risolvere nei prossimi anni."