Stand Avis in Piazza delle Catene a Grosseto sabato 13 Giugno dalle 15.30 alle 20 e domenica 14 Giugno dalle 10 alle 13


In occasione della Giornata Mondiale dei donatori di sangue, che quest’anno sarà festeggiata domenica 14 giugno, la UOC Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Misericordia diretta dal Dott. Fabrizio Niglio, proporrà anche tramite il prezioso supporto delle Associazioni Avis, la possibilità di misurare l’emoglobina in maniera non invasiva, cioè senza prelievo, ai cittadini con un innovativo strumento high tech. Il dispositivo, grande poco più di un cellulare consente, con la semplice applicazione di un ditale al dito mignolo, di misurare il valore dell’emoglobina nel sangue.

Sarà a disposizione di chi volesse provarlo gratuitamente presso uno stand Avis in Piazza delle Catene a Grosseto sia sabato 13 Giugno dalle 15.30 alle 20 che domenica 14 Giugno dalle 10 alle 13.
Sarà possibile misurare l’emoglobina avvalendosi di questo strumento anche successivamente, presso il Trasfusionale dell’Ospedale Misericordia.

“L’emoglobina, che è la proteina che trasporta l’ossigeno nel sangue, è un indicatore di fondamentale importanza perché - spiega il Dott. Niglio - consente di valutare il grado di anemia di una persona. Fino ad oggi la misurazione dell’emoglobina si effettuava pungendo il dito con un ago o, talora, direttamente con un prelievo. Con questa nuova tecnologia il “problema ago” è eliminato. Lo strumento misura anche un altro parametro fondamentale: il grado di ossigenazione del sangue, che durante l’epidemia Covid è stato estremamente utile per valutare l’efficienza dei polmoni e della circolazione sanguigna.

Con questa iniziativa in piazza – continua Fabrizio Niglio – vogliamo ribadire l’importanza di donare il sangue e il plasma. Il numero delle donazioni 2020, durante il periodo Covid, è stato simile a quello dello stesso periodo dell’anno scorso, e di questo dobbiamo ringraziare la generosa partecipazione dei grossetani che non hanno mai smesso di venire a donare presso il nostro Trasfusionale e che hanno permesso di raccogliere plasma anche ai fini di una possibile alternativa terapeutica al Covid. Concludo rinnovando l’invito a tutti i cittadini di Grosseto a partecipare all’iniziativa, visto che di nuovi donatori c’è un gran bisogno”.