L’Asl Toscana sud est risponde al consigliere regionale della Lega e vice presidente della Commissione Sanità Andrea Ulmi che sulla stampa ha criticato l’utilizzo del montalettighe in servizio all’ospedale Misericordia di Grosseto.

“Vogliamo tranquillizzare il consigliere Ulmi – inizia Massimo Forti direttore del Presidio Ospedaliero – perché nel vecchio edificio dell’ospedale Misericordia vi sono 4 montalettighe di cui 3 destinate al trasporto dei pazienti: una nell’ala nord, l’altra in quella sud e la terza nel blocco centrale. Per i servizi inerenti ristorazione, lavanolo, ecc, vi è invece un apposito ascensore così come esiste un ascensore dedicato al trasporto dei rifiuti. Sono poi operative – prosegue - due barelle di biocontenimento, per il trasporto dei pazienti Covid, proprio per evitare che, in caso di malfunzionamento o guasto di una delle due, l'altra sia sempre funzionante. Per quanto riguarda la sala operatoria individuata per i pazienti Covid questa è volutamente al di fuori del nuovo blocco ed i pazienti sono trasportati attraverso l’apposita barella di biocontenimento a cui seguono sempre immediate operazioni di pulizia e sanificazione del percorso effettuato. La direzione del Presidio Ospedaliero – conclude Forti –, è sempre attenta sul rispetto dei percorsi previsti e per il corretto utilizzo degli ascensori e montalettighe e quotidianamente ne monitora l'uso".