Nessun paziente è abbandonato, né ora, né mai. L'Asl Toscana sud est alla luce del contesto pandemico si è subito adoperata per rimodulare in tempo record, sulla base delle indicazioni ministeriali e regionali, le attività sanitarie, definendo un assetto pronto alla gestione dell'emergenza da coronavirus e allo stesso tempo garantendo in maniera continuativa i servizi essenziali per i pazienti più fragili, come gli oncologici e i cronici, oltre ovviamente ad assicurare la presa in carico di tutte le emergenze/urgenze.

Adesso che l'emergenza sta piano piano rientrando, serve il tempo necessario per ristabilire gradualmente l'organizzazione sanitaria pre-Covid, proprio per tornare a garantire anche quelle prestazioni che hanno dovuto subire un arresto durante la pandemia.

Come negli altri presidi ospedalieri della Sud Est, anche all'ospedale di Massa si sta lavorando intensamente per un ritorno a breve alla normalità e per il potenziamento di alcune prestazioni.

Come noto, a oggi tutta l'attività ambulatoriale sospesa durante l'emergenza Covid è ripresa ed è per il momento finalizzata al recupero delle visite dei pazienti che avendo prenotato prima del lock down non hanno mai potuto eseguire le prestazioni, trattandosi di richieste non urgenti. L'Azienda sta contattando questi cittadini uno a uno.
Dal prossimo giovedì al Sant'Andrea sarà infatti riattivato l'ambulatorio di Pneumologia per le visite rimaste in sospeso.
L'apertura delle agende per nuove prenotazioni riapriranno dal 15 giugno.

Nella Fase 2, oltre alla totale riattivazione dell'offerta assistenziale già presente al Sant'Andrea, l'Azienda ha messo in atto una serie di azioni di potenziamento: saranno infatti previste due sedute settimanali di Chirurgia oculistica e una di Chirurgia dermatologica, con l'obiettivo di offrire risposte ancora più complete ai bisogni di salute della popolazione.