Una luce che cura i piccoli appena nati. E' questa la funzione principale della lampada radiante per fototerapia, donata dall'associazione BrucoBaleno alla Patologia neonatale del Misericordia e consegnata stamattina in Pediatria.

La donazione è stata possibile grazie all'impegno dei componenti dell'associazione che sono riusciti a raccogliere un somma rilevante (circa 8.000 euro), destinata all'acquisto della lampada a sostegno delle attività di cura rivolte ai neonati.

La lampada infatti è uno strumento di fondamentale importanza per i bambini che alla nascita sono affetti da ittero neonatale. Questa condizione, abbastanza comune nel neonato, può causare danni gravi anche a livello cerebrale ed è causata da un eccesso di bilirubina che si accumula nei tessuti perché il fegato, non ancora perfettamente funzionante, a volte non riesce a espellere; di conseguenza si viene a creare un circolo vizioso nell'organismo del piccolo che diventa inappetente, si disidrata e accusa sonnolenza, sintomi questi che sono a loro volta causa di un ulteriore accumulo di bilirubina.

La lampada attraverso la luce emessa a una certa frequenza riesce a spezzare le molecole di bilirubina che rientrano nel circolo ematico e possono a questo punto essere eliminate regolarmente dall'organismo. Inoltre, lo strumento è anche dotato di lampada termica in grado di emettere calore: questa funzione viene utilizzata per riscaldare i bambini nati pre-termine che non hanno del tutto sviluppato il sistema di autoregolazione della temperatura corporea.

“Ringrazio a nome di tutta l'Azienda l'associazione BrucoBaleno per questo gesto di grande generosità che andrà a beneficio di tutti i nostri piccoli pazienti che nascono con qualche difficoltà. E' bello sapere di poter contare sulla vicinanza delle associazioni e quindi dei cittadini sempre pronti ad unire le forze per la Pediatria e in generale per l'ospedale” - dichiara Susanna Falorni, direttore Pediatria e Neonatologia del Misericordia.

“Unitamente alla dottoressa Falorni ringrazio con tutto il cuore l'associazione BrucoBaleno per questo splendido regalo, uno strumento assolutamente efficace nelle sue applicazioni, che ci permetterà di ridurre i tempi di degenza dei nostri piccoli pazienti. Un gesto di grande generosità che ci rende orgogliosi di esserne i destinatari” - afferma il dottor Marcello De Filippo, responsabile Patologia Neonatale del Misericordia.

“Non sempre ci sono motivi per donare qualcosa a qualcuno, ma noi della BrucoBaleno onlus di motivi ne abbiamo tanti - spiega Roberta Petrignani, vice presidente dell'associazione - Il più importante è che abbiamo trovato una formula per trasformare il dolore in sorrisi; tutti coloro che comprendono cosa sia il dolore possono capire quanto bene fa al cuore evitare che altri possano soffrire tanto. E così, una schiera di persone dal cuore grande ci sostiene, crede in noi e ci permette di donare oggetti a ospedali e reparti pediatrici al solo fine di poter sperare che ogni bimbo che usufruirà delle apparecchiature che doniamo, sia un giorno un bimbo felice”.

Attiva dal 2017, BrucoBaleno è un'associazione a livello nazionale che raggruppa genitori che hanno perso il proprio figlio e che hanno deciso di incanalare la forza del loro dolore trasformandola in generosità per altri bambini. Sono numerose le iniziative di raccolta fondi organizzate, tra cui partite di pallone, mercatini solidali, cene di beneficenza, tutte finalizzate all'acquisto di attrezzature mediche, tecnologie diagnostiche o ricreative in favore dei bambini affetti da patologie e ricoverati nei Materno-infantili degli ospedali, come è accaduto oggi per i piccoli della Patologia neonatale del Misericordia.

foto di gruppo
foto di gruppo