Dal 25 luglio e fino al 15 settembre il Punto di Emergenza Territoriale (PET) dell'Isola del Giglio sarà gestito dai medici di emergenza urgenza della società Air Medical di Torino. L'Asl Toscana Sud Est, per porre rimedio alla grave criticità del personale dell'Area di Emergenza Urgenza di tutto il territorio ed in particolar modo di quello grossetano, ha ritenuto coprire il 118 sul Giglio con un servizio già sperimentato in altre realtà italiane di fornitura di personale medico specializzato.

L'operazione, considerato anche il permanere dell'emergenza Covid, intende potenziare il personale medico specializzato in un periodo cruciale del periodo estivo sia sull'isola che sul territorio delle Colline dell'Albegna in vista della crescita dell'affluenza turistica per quel periodo. L'Air Medical di Torino, ha presentato una offerta in tal senso tramite una lettera di intenti e sarà in grado di coprire questa attività per 24 ore al giorno oltre alla gestione dell'ambulatorio PET.

Soddisfatta di questa soluzione Roberta Caldesi direttore della Zona Distretto Colline dell’Albegna della Asl Toscana Sud Est: “La nostra zona – spiega - ha la peculiarità di avere un'isola che dal punto di vista logistico impone la presenza 24 ore su 24 di un medico del 118 in periodo di alto afflusso turistico ed è pertanto importante avere la certezza che il servizio possa essere presente per tutta la stagione estiva, senza incertezze dovute alla mancanza di medici. Quest'anno i medici – aggiunge - che si stanno alternando per coprire la mancanza del medico di famiglia eseguiranno anche il servizio di guardia turistica e, alcuni, garantiranno anche la continuità assistenziale. La pandemia ha messo in ginocchio il sistema e non si riescono a trovare professionisti. Lo sforzo che abbiamo fatto è notevole”, conclude Roberta Caldesi.