E' il dottor Andrea Montagnani il nuovo direttore dell'UOC Medicina interna dell'ospedale Petruccioli di Pitigliano.
L'incarico di direzione di Unità Operativa Complessa, convalidato con la firma del contratto avvenuta ieri nella sede Asl di Siena, alla presenza del direttore generale e del direttore sanitario, sancisce la volontà dell'Azienda di garantire continuità di indirizzo e potenziare gli ospedali di prossimità.

“Il dottor Montagnani ha conoscenza dell'ospedale Petruccioli e qui ha arricchito la sua esperienza professionale nell'ambito della Medicina interna. - afferma il direttore generale Antonio D'Urso - Siamo convinti che rappresenti la figura più adatta a portare avanti il lavoro di valorizzazione delle attività di Medicina interna dell'ospedale a disposizione dei cittadini della zona”.

Montagnani ha iniziato la sua esperienza lavorativa come medico internista, dirigente di I livello, della ex Asl 9 all'ospedale S. Andrea di Massa Marittima, poi al Misericordia di Grosseto con incarichi inerenti anche al Rischio Clinico e da ottobre 2016 a oggi, ha svolto la sua attività da dirigente a tempo indeterminato presso la UOC di Medicina Interna di Pitigliano, ricoprendo il ruolo di responsabile.

Negli ultimi tre anni al Petruccioli, ha contribuito alla riorganizzazione del reparto, apportando molti cambiamenti e novità a favore di una presa in cura più efficiente dei pazienti, ricoverati ed esterni: implementazione attività di diagnostica ecografica internistica rivolta ai pazienti ricoverati, potenziamento attività di Day Service e ambulatorio protetto per i pazienti con patologie croniche (scompenso cardiaco, BPCO, anemie, diabete, ecc.), ripristino ecocolordoppler vascolare e ambulatorio di Geriatria, riferimento per tutto il territorio delle Colline dell’Albegna. Dal suo arrivo a oggi, il numero dei ricoveri è incrementato da 375 nel 2016 a 525 nel 2019, diminuendo al contempo i giorni di degenza media che sono passati da 9,4 nel 2016 a 5,7 nel 2019.

“Questa nomina è per me motivo di grande soddisfazione – dichiara Montagnani - Segna un importante traguardo nella mia carriera professionale e nella mia storia personale. Il mio obiettivo è dare seguito ai risultati ottenuti in questi anni, grazie al sostegno della Direzione aziendale e alla preziosa collaborazione con i colleghi. Tra i progetti in previsione, ritengo sia indispensabile costruire un rapporto ancora più sinergico con l’ospedale Misericordia al fine di migliorare la continuità e l’appropriatezza di cura del paziente più complesso che necessita di un livello di assistenza più elevato e stabilire una più stretta relazione con gli operatori che lavorano sul territorio come i Medici di Medicina Generale, condividendo un progetto di collaborazione nella gestione dei pazienti in Ospedale di Comunità”.


Foto di gruppo con il DG D'Urso, Montagnani, DS Simona Dei, e Alessandri