Natale, tempo di doni e di generosità. Nonostante il Covid, anche quest'anno il Babbo Natale dell'Aeronautica militare di Grosseto è arrivato al Materno infantile del Misericordia.

Sono stati consegnati stamattina presso la base del 4° Stormo Caccia “Amedeo D’Aosta” il monitor e gli otoscopi che il IX Gruppo Caccia ha donato alla Pediatria, agli ambulatori pediatrici e al Pronto soccorso pediatrico. Alla consegna erano presenti il Comandante del 4° Stormo, Colonnello Eros Zaniboni, il Comandante del IX Gruppo Caccia, Tenente Colonnello Roberto, il responsabile del Pronto soccorso pediatrico, dottor Luca Bertacca e la coordinatrice infermieristica di Pediatria e ambulatori pediatrici, Fulvia Marini.

Il monitor, da 55 pollici con tecnologia di ultima generazione, sarà collocato in una stanza dedicata dove gli operatori svolgono riunioni, briefing, corsi di formazione e si connettono online per le videoconferenze che in questo periodo sono un mezzo prezioso per condividere informazioni, aggiornarsi e restare in contatto con i colleghi a distanza. Grazie alle dimensioni e all'alta risoluzione dello schermo, le immagini saranno più nitide e chiare in qualsiasi condizione di illuminazione, adattandosi perfettamente all'ambiente; la possibilità di collegarlo in rete, inoltre, consente di condividere contenuti multimediali in tempo reale.

“Ringrazio l'Aeronautica di Grosseto, il Comandate del 4° Stormo Colonnello Eros Zaniboni e il Comandante del IX Gruppo Caccia, Tenente Colonnello Roberto, per la generosa donazione che sarà di grande utilità allo svolgimento della nostra professione e in particolare per il monitor di cui oggi più che mai abbiamo necessità per abbattere le distanze imposte dal Covid, collegandoci con gli altri professionisti della Sud est e della regione e facilitare momenti comuni di confronto su varie tematiche – dice la dottoressa Susanna Falorni, direttore Pediatria del Misericordia - Questo sarà un Natale diverso, senza dubbio meno festoso. Alla luce dell'attuale situazione che ci coinvolge tutti, dimostrazioni di supporto e vicinanza come queste, infondono speranza e ci danno la forza di andare sempre avanti per la salute dei più piccoli”.

“Siamo onorati di poter essere d'aiuto ai professionisti che con passione ed estrema professionalità curano la salute dei nostri bambini – afferma il Comandante del IX Gruppo Caccia, Tenente Colonnello Roberto – Molti di noi sono genitori e comprendiamo bene come il Covid abbia contribuito ad aumentare i dubbi e le preoccupazioni. Per i bambini in cura e i loro familiari, purtroppo, il Natale è sempre un periodo difficile, questo è ciò che ci ha spinto anche quest'anno a tendere la mano in segno di solidarietà ai piccoli pazienti e a tutto il personale sanitario che ogni giorno dà il massimo nell'assistenza professionale e umana. Appena le misure anti-Covid lo permetteranno, ci riproponiamo di andare a trovare di persona i piccoli ospiti della Pediatria per regalare loro un sorriso, un abbraccio, oltre che portare di persona una serie di piccoli regali, di sicuro graditi”.

dono aeronautica