Un incontro formativo per il personale sanitario e la disponibilità per sette giorni a dare informazioni alle famiglie sul valore dell'allattamento materno. Sono queste le iniziative messe in campo dall'area Materno – Infantile dell'ospedale Misericordia di Grosseto nell'ambito della Settimana Mondiale per l'Allattamento Materno (SAM) che si svolge dal 1 al 7 ottobre a cui ha aderito anche l'Asl Toscana sud est. La Regione Toscana, in accordo con Unicef e OMS, sostiene e promuove la salute di mamme e bambini attraverso la pratica dell'allattamento materno, che anche nei Punti Nascita dell'Asl Tse è di primaria importanza.

Il latte materno infatti riveste un ruolo fondamentale in quanto protegge i più piccoli e le loro madri da numerose malattie anche infettive nei primi anni di vita e dell'età adulta, favorendo l'instaurarsi di un legame profondo e duraturo fra la mamma e il bambino. Come spiegano gli esperti, l'allattamento esclusivo al seno per i primi 6 mesi di vita, seguito da un allattamento al seno complementare fino ai 2 anni e oltre, è raccomandato per assicurare la salute, fin dalla nascita. Il latte materno, infatti, continua a essere un’importante fonte di nutrimento per i bambini dopo i primi 6 mesi di vita, in modo particolare quando le madri integrano il proprio latte con altri cibi.

In media, i bambini di 6-8 mesi ricevono oltre il 70% del fabbisogno energetico dal latte materno, il 55% a 9-11 mesi e il 40% a 12-13 mesi. In Italia il tasso di allattamento al seno è dell’86%, in Germania dell’82% e nel Regno Unito dell'81%. Negli ultimi anni i professionisti dell'area Materno-Infantile dell'ospedale e dei Servizi Territoriali Consultoriali hanno organizzato incontri aperti al pubblico per condividere l'entusiasmo e la passione nella promozione all'allattamento al seno. Quest'anno tuttavia, date le limitazioni legate alla pandemia da Covid, la volontà di rendere omaggio alla SAM si è concretizzata con due iniziative.

I professionisti sanitari di varia estrazione (pediatri, ginecologi, ostetriche, infermieri, anestesisti, OSS), ma comunque coinvolti nella gestione di madre e bambino parteciperanno nella mattinata di lunedì 4 ottobre ( inizio ore 9) ad un evento di formazione e confronto online sulle tematiche dell'allattamento e sulle strategie per il supporto della diade madre-bambino. I professionisti dell'area Materno-Infantile e dei Servizi Consultoriali parteciperanno poi all'iniziativa “Latte di mamma - Tu chiedi, noi rispondiamo” e si renderanno particolarmente disponibili a domande, consigli e chiarimenti alle famiglie che accederanno ai servizi dell'ospedale (degenza, pronto soccorso pediatrico, ambulatorio), nella settimana dell'allattamento, per cercare di stabilire, nonostante le limitazioni imposte dal Covid, un contatto diretto e profondo con le famiglie.