Nell'ultimo bollettino del 12 luglio sulla presenza di varianti Sars-Cov-2 emerge il dato della provincia di Grosseto con 18 casi positivi attribuiti alla variante Delta e 6 della Colombiana.
“Intanto si tratta di un dato riferibile dal 7 all'11 luglio – spiega subito Maurizio Spagnesi direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Toscana sud est – ma non ci coglie di sorpresa perchè anche da noi la diffusione delle nuove varianti segue l'andamento nazionale che le vede, soprattutto la Delta, in costante crescita e destinate a soppiantare quella Inglese e la Brasiliana.
Un alto numero dovuto anche al fatto che stiamo sequenziando tutti i tamponi positivi, quindi identifichiamo in laboratorio un numero maggiore di varianti rispetto a prima.
Per quanto riguarda la specificità della provincia di Grosseto – aggiunge – l'aumento riguarda in modo uniforme tutto il territorio ma con una netta prevalenza della fascia costiera. Un dato che può essere attribuito anche al turismo che porta ad una crescente mobilità delle persone. La vera arma contro il virus e le sue varianti – conclude Spagnesi – è quella di rispettare sempre le regole e soprattutto di vaccinarsi e vaccinarsi con la seconda dose che ci può mettere al riparo dall'infezione o comunque dalle sue forme più gravi che possono sfociare nell'ospedalizzazione”.