Da una prima verifica interna, condotta unitamente dalla direzione medica del presidio ospedaliero di Pitigliano, dall'Igiene Pubblica e dal Rischio Clinico, si conferma la correttezza delle procedure messe in atto nel rispetto delle misure di contenimento dell'emergenza da Covid-19. Nessuno ha abbassato la guardia e l'attenzione è rimasta costantemente alta.

Sono tuttora in corso approfondimenti ulteriori da parte dell'Azienda ed è in previsione nei prossimi giorni una riunione organizzativa su quanto accaduto.

Gli operatori risultati positivi al tampone, erano asintomatici. Avevano infatti superato il controllo del check point all'ingresso dell'ospedale, da cui chiunque entri deve passare obbligatoriamente, e pertanto si trovavano in servizio. Come è accaduto in altre realtà, il focolaio è stato contenuto, anche se purtroppo questo non ha consentito di evitare il decesso di pazienti positivi più fragili e con quadro clinico già compromesso, presi subito in carico dall'ospedale Covid di Grosseto, dove hanno ricevuto tutte le cure previste dal percorso dedicato.

Oggi, a una settimana di distanza dall'annuncio del sindaco Gentili insieme al dottor Montagnani circa la positività di alcuni professionisti ospedalieri, tutto il personale che lavora al Petruccioli è negativo al secondo tampone, eseguito tra lunedì e domenica, così come negativi sono tutti i pazienti ricoverati al momento nella struttura.

Questo è anche il risultato del rispetto delle misure di contenimento del contagio adottate all'interno dell'ospedale e del corretto utilizzo del DPI da parte dei professionisti.

Il monitoraggio del personale e dei pazienti proseguirà in maniera costante, in modo da tenere sotto controllo la situazione e potersi attivare tempestivamente in caso di necessità. E' stata inoltre effettuata una sanificazione ulteriore degli ambienti rispetto a quanto già avveniva sulle base delle procedure.