Sono nove le scuole superiori coinvolte che presenteranno i loro lavori sull'importanza della donazione di organi

Martedì 31 maggio dalle 9.30 alle 13 all’Hotel “Le Macinaie”, nel Comune di Castel del Piano sul Monte Amiata, si svolgerà la giornata finale del progetto “La cultura del dono: per un futuro da cittadini sempre più consapevoli” organizzato dalla dottoressa Lara Entani direttrice del Coordinamento locale donazione e trapianto della Asl Toscana sud est in collaborazione con l'unità operativa di Educazione alla salute dell'Asl Toscana sud est. Il progetto, promosso dall’Organizzazione toscana trapianti ha lo scopo di diffondere e sostenere “la cultura della donazione” in ambito scolastico andando a sensibilizzare i ragazzi sull’importanza del “dono”, ma si pone anche l'obiettivo di fare prevenzione sostenendo corretti stili di vita. 

Hanno aderito al progetto gran parte degli studenti del 4° e 5° anno di nove istituti scolastici superiori distribuiti sul territorio dell'Asl Toscana sud est: Liceo Giovanni da San Giovanni (S. Giovanni Valdarno), ITIS “G. Galilei” (Arezzo), Istituto Omnicomprensivo “G. Martelli” (Foiano della Chiana), IIS “Luca Signorelli” (Cortona),  IIS Polo “P. Aldi (Grosseto); Liceo Classico ISIS “Polo Amiata Ovest” (Arcidosso), Istituto Tecnologico Istituto Omnicomprensivo “A. Avogadro-L. da Vinci”(Abbadia San Salvatore); Liceo Scientifico Città di Piero (Sansepolcro) e il Liceo IIS Valdichiana Chiusi (Chiusi). Durante il progetto i medici e gli infermieri  dei Coordinamenti locali in collaborazione con il personale dell’Educazione alla salute dell’Asl hanno iniziato la formazione con i  professori referenti che a loro volta hanno formato tra i ragazzi le figure dei “peer education” con la funzione di diffondere il messaggio tra i loro compagni. Il 31 maggio a fine di questo percorso verranno presentati dai ragazzi i loro elaborati (video, brochure, foto…) al fine di sensibilizzare la cittadinanza alla cultura della donazione. Alcuni Istituti hanno organizzato anche delle “postazioni informative” durante il mercato rionale settimanale nella loro città ed hanno svolto delle interviste con la popolazione. Alcuni Istituti parteciperanno in presenza (circa 100 tra studenti e professori ) ed altri saranno collegati on-line. 

“C’è stata una partecipazione molto sentita da parte sia dei professori che degli studenti – ha commentato la dottoressa Lara Entani – e la giornata finale permetterà di dare il giusto riconoscimento a tutti loro. La donazione ed il trapianto rappresentano ancora oggi l’unica opzione terapeutica per molte gravi insufficienze d’organo, per questo è importante “donare” ed è fondamentale che via sia, da parte dei cittadini una consapevolezza sempre maggiore di questo percorso per poter decidere, quando ancora siamo in vita, come destinare i nostri organi e tessuti dopo la morte”. Saranno inoltre presenti medici, infermieri, gli operatori dell'Educazione alla salute e la presenza di due persone trapiantate che hanno già partecipato ad alcuni incontri con gli studenti (Serena e Yuri). L'evento sarà introdotto da un video messaggio di Simona Dei direttrice sanitaria dell'Asl Toscana sud est ed è previsto un collegamento online con Adriano Peris direttore  dell’Organizzazione toscana trapianti. La conclusione della giornata sarà affidata a Massimo Forti direttore della rete ospedaliera Asl e dalla stessa Lara Entani.

Allegati: