Prosegue anche in provincia di Grosseto la collaborazione tra Confindustria Toscana Sud e Asl Toscana sud est per ampliare la vaccinazione con i camper anche vicino ai luoghi di lavoro, iniziativa che assume ancora più importanza in vista della data del 15 ottobre quando sarà reso obbligatorio il Green Pass. Il primo appuntamento, a cui ne seguirà un secondo il 5 ottobre alla Eurovinil di Grosseto, è fissato lunedì 27 settembre dalle 11 alle ore 17 nel parcheggio davanti lo stabilimento della Nuova Solmine S.p.A in località Il Casone a Scarlino, azienda che ha aderito alla campagna vaccinale nei luoghi di lavoro. Si potranno vaccinare (vaccino Pfizer) con la prima e seconda dose ad ingresso libero, quindi senza prenotazione, tutti i dipendenti della Nuova Solmine ma anche gli altri lavoratori delle aziende presenti nell’area industriale o tutti coloro che vogliono fare la somministrazione. Il camper “Bottega della salute mobile”, è stato messo a disposizione dal Coeso Società della Salute di Grosseto grazie al progetto finanziato dal Far Maremma nell’ambito del programma di sviluppo rurale (PSR) 2014 – 2020, “Reti di protezione sociale nelle zone rurali”. Sarà presente il personale medico e infermieristico della Asl Toscana sud est coadiuvato dalle associazioni di volontariato e all’esterno saranno allestiti spazi per l’attesa dopo la somministrazione del siero anti-Covid, in modo da riprodurre esattamente le condizioni dei centri vaccinali.

“Siamo in una nuova e ulteriore fase della nostra campagna di vaccinazione con i camper – spiega Anna Beltrano responsabile della campagna vaccinale della Asl Toscana sud est -, una sorta di porta a porta per portare i vaccini vicino alle persone. Dopo le scuole e i comuni è molto importante portare il nostro camper nei luoghi di lavoro sia per aumentare il numero delle persone vaccinate e quindi raggiungere il prima possibile l’immunità di gregge, e nello stesso dare ai lavoratori la possibilità di ottenere il Green pass in vista del 15 ottobre”.

“L'accordo tra Confindustria Toscana Sud, la Regione Toscana e l'Asl Toscana Sud Est per favorire la vaccinazione dei dipendenti sui luoghi di lavoro – dichiara il presidente della delegazione di Grosseto di Confindustria Toscana Sud, Francesco Pacini – rappresenta un'opportunità davvero importante, che la nostra associazione ha accolto con grande favore, perché la massima diffusione possibile della copertura vaccinale è l'unica strada capace di garantire una maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro e più in generale la libertà di tutti i cittadini nella vita quotidiana. Oltre alle ovvie conseguenze sulla salute, che resta il valore più importante, l'impegno nella lotta al Covid-19 è indispensabile anche per sostenere la ripresa e per scongiurare ulteriori chiusure delle attività produttive, che sarebbero fatali alle nostre imprese e all'economia dell'intero territorio. Per questo ringraziamo gli imprenditori che hanno già manifestato la loro concreta disponibilità a collaborare con questo progetto e ci auguriamo che tanti altri possano seguire il loro esempio. Ne va della salute, della sicurezza e del benessere dell'intera comunità”