Antonio D’Urso Direttore Generale della ASL: “Non tollereremo nessuna minaccia e attacco e risponderemo in ogni sede a queste farneticanti azioni”

Questa mattina, prima dell’avvio del servizio di vaccinazione pediatrica anti-covid (riservato agli studenti dai 5 agli 11 anni) presso l’Istituto Comprensivo di Poppi si sono presentati quattro uomini non autorizzati che hanno avvicinato il Camper Vaccinale, posizionato all’esterno della Scuola, e si sono rivolti in maniera aggressiva al personale che si apprestava ad effettuare le vaccinazioni ai ragazzi della scuola.
Si trattava di persone contrarie alla vaccinazione che si sono rivolti ai medici, agli infermieri e ai volontari intimandoli a non avviare il servizio e hanno consegnato un documento farneticante con varie minacce.
Nei pressi del camper era presente anche il Sindaco della città di Poppi, Carlo Toni, che è intervenuto ed ha chiamato i Carabinieri, che giungevano dopo pochi minuti. I militari hanno parlato a lungo con le quattro persone che dopo circa un’ora sono andate via.
“Credo che non possiamo più accettare questi atteggiamenti e queste manifestazioni, dichiara il Direttore Generale della ASL Toscana sud est Antonio D’Urso, di persone che chiaramente distorcono i fatti e negano la medicina e la scienza. Ai medici e agli infermieri presenti oggi a Poppi va tutto il sostegno dell’Azienda ASL Toscana sud est. Desidero anche ringraziare il sindaco di Poppi Carlo Toni per il tempestivo intervento che ha garantito il normale svolgimento della seduta vaccinale.”