Una breve ma significativa cerimonia si è svolta lunedì 25 gennaio all’Ospedale della Valtiberina. Una cerimonia che segna un piccolo passo verso il pieno ritorno alla funzionalità normale del presidio di Sansepolcro.
Erano presenti assieme al Direttore del Distretto Soci/sanitario di Arezzo-Casentino-Valtiberina Dott. Evaristo Giglio e il responsabile di stabilimento Dott. Nilo Venturini, il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli che ha rinnovato il suo consenso ed appoggio a questo percorso di riapertura dei servizi, esprimendo soddisfazione per una risposta sanitaria territoriale sempre più completa ed appropriata.
La Dott.ssa Valentina Anemoli, coordinatrice dell'articolazione territoriale della Valtiberina ha ribadito il suo impegno anche attraverso una sua presenza costante verso questa parte dell'assistenza finalizzata a garantire la continuità ospedale territorio.
La presenza del dirigente infermieristico,Simone Caselli, ha sancito l'attenzione della AUSL rispetto la qualità dell'assistenza infermieristica verso questo complesso e delicato ambito delle Cure Intermedie fra territorio e ospedale.
“Le Cure Intermedie, ha dichiarato Evaristo Giglio, sono una parte fondamentale per l’assistenza territoriale e sono destinate ai pazienti ancora in situazione di malattia, ma non tanto gravi da avere necessità di risiedere in un ospedale e ancora non sufficientemente stabilizzati per rientrare al proprio domicilio. Il lavoro che è stato svolto a Sansepolcro rappresenta un grande risultato di squadra che dimostra la grande professionalità e sensibilità dei nostri professionisti”.

Cure intermedie sansepolcro genn 2021