Evaristo Giglio Direttore Zona Distretto: “Un piccolo passo verso il ritorno alla normalità. Riapriamo in spazi più ampi e confortevoli”

Riaprirà lunedì prossimo, 25 gennaio 2021, il presidio di Cure intermedie presso l'ospedale di Sansepolcro.
Il reparto era stato chiuso a causa della pandemia per lasciare il posto all'Osservazione Breve intensiva (OBi) Covid.
Le Cure Intermedie sono una struttura territoriale residenziale temporanea, conosciuta anche come Ospedale di Comunità, destinata ai pazienti ancora in situazione di malattia, ma non tanto gravi da avere necessità di risiedere in un ospedale e ancora non sufficientemente stabilizzati per rientrare al proprio domicilio.

Evaristo Giglio direttore del Distretto Zona Arezzo-Casentino-Valtiberina: "L'emergenza Covid ci ha costretto a ripensare spazi e percorsi. Appena è stato possibile abbiamo provveduto a ristrutturare i locali lasciati liberi dal reparto di Medicina per dare ancora risposte importanti a quei pazienti fragili e alle loro famiglie. L'obiettivo finale sarà quello di inserire all'interno anche 2 posti hospice e 3 di riabilitazione intensiva extraospedaliera (ex art.26) che necessitano di progetti mirati come la palestra.
Intanto riapriamo in spazi più ampi e confortevoli dei precedenti con 11 posti letto.
Colgo l'occasione per ringraziare il personale dell'ospedale di Sansepolcro e quello delle Cure Intermedie che si sono adoperati perché questo si realizzasse in tempi brevi.
Un ringraziamento particolare va alla dott.ssa Valentina Anemoli, referente per il Distretto dell'articolazione della Valtiberina, sempre pronta a sostenere ogni azione tesa al rilancio dei servizi socio-sanitari di questa area importante del territorio aziendale.”

“Il nostro ospedale riparte di slancio con tante novità, dichiara Mauro Cornioli Sindaco di Sansepolcro e presidente della Conferenza dei Sindaci della Valtiberina.
Dopo la chiusura delle Cure intermedie per lasciare spazio all'Osservazione Breve durante questi mesi del Covid, adesso la struttura riprende le sue attività, migliorando le risposte ai bisogni immediati dei cittadini. L'ospedale della Valtiberina, nonostante il periodo difficile per la sanità, sta dimostrando di saper reagire e investire nei propri spazi e nelle risorse umane.
Lo vediamo dalle ultime novità emerse, come il rinnovato reparto di Medicina e l'incarico di primario di Chirurgia al dottor Di Marzo. Adesso con le Cure Intermedie, un altro tassello torna al proprio posto con rinnovata energia. Desidero ringraziare tutti per l'impegno e la dedizione di questi mesi difficili.”