Nei giorni di lunedì 29 e martedì 30 giugno il personale delle aziende e delle cooperative che gestiscono i servizi esternalizzati di front office per la USL TSE nella zona della provincia di Arezzo ha proclamato uno sciopero.

L’agitazione è determinata dal mancato accordo sui tempi di contrattazione tra le parti: le organizzazioni che si sono aggiudicate la gara per la gestione delle attività di front office, che dovevano subentrare a far data dal 1° luglio 2020, le organizzazioni sindacali ed Estar, l’Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale, che ha gestito il bando di gara.

In conseguenza di questa agitazione l'Azienda Sanitaria Sud Est si trova nell'impossibilità di garantire il regolare svolgimento delle normali attività amministrative come ad esempio le prenotazioni, la scelta e revoca del medico, i pagamenti di ticket, ecc; disagi anche per gli accessi ai prelievi senza la preventiva prenotazione; saranno altresì possibili disagi anche per le attività di prenotazione telefonica.

Ci scusiamo con gli utenti per i possibili disagi che non dipendono dalla volontà e dalle azioni dell'azienda Unità Sanitaria Locale Sud Est.
Saranno garantiti i prelievi già prenotati.