Antonio D’Urso Direttore Generale della Asl Toscana sud est
“13 milioni di investimento in quattro anni. Consegnremo alla comunità una nuova organizzazione socio/sanitaria integrata efficiente, moderna e vicina ai bisogni dei cittadini”


Un impegno che supera i 13 milioni di euro e che, in pochi anni, cambierà radicalmente l’intera area del Pionta, restituendo centralità e vitalità a questa ampia zona cara agli aretini e di grande importanza storica e ambientale. Nel corso di una conferenza stampa il Direttore Generale della Asl Antonio D’Urso ha presentato assieme al Direttore Sanitario Simona Dei, al Direttore Amministrativo Francesco Gherardi ed al Direttore dell’area tecnica aziendale Antonella Valeri il programma di interventi programmati dalla Asl Tse sull’area del Pionta.

“In questi anni di pandemia, dichiara il Direttore Generale della Asl Toscana sud est Antonio D’Urso, abbiamo lavorato intensamente per arrivare ad un programma che ci permetterà di realizzare in tempi brevi opere attese e di grande importanza sanitaria e sociale.
Questo grazie ai nostri professionisti del dipartimento tecnico, ma anche alla collaborazione con gli altri soggetti coinvolti, in primis il Comune di Arezzo, ma anche l’Università degli Studi di Siena e la Provincia di Arezzo.
Tutti Enti che, con differenti responsabilità, hanno competenze sull’area del Pionta.
Oggi possiamo con soddisfazione annunciare, prosegue il Direttore D’Urso, l’avvio di questo ambizioso programma che prevede la realizzazione di nuove opere come il Centro Autismo, il Centro Salute Mentale, la COT (Centrale Operativa Territoriale), il nuovo Hospice e l’Ospedale di Comunità, e accanto a ciò sono previsti interventi fondamentali che precedono e affiancano questo programma, come, ad esempio, la demolizione di alcuni edifici fatiscenti che lasceranno il posto alla C.O.T., lo spostamento delle serre sociali e tanti interventi di ammodernamento e miglioramento della funzionalità di tutti gli edifici del Pionta. Si tratta di migliorie attese che cambieranno il volto dei servizi sanitari dell’intera provincia.
In questo viaggio d’innovazione coinvolgeremo anche gli stakeholder aretini e tutti coloro che potranno dare un contributo significativo a questa trasformazione.
Vorrei altresì ricordare, prosegue D’Urso, che questo impegno sul Pionta si affianca a quello già attivo e molto importante che coinvolge il rinnovamento dell'ospedale San Donato.
La missione dell’azienda sanitaria nei prossimi anni non sarà semplicemente gestire al meglio le risorse del PNRR, ma anche consegnare alla comunità una nuova organizzazione socio/sanitaria integrata efficiente, moderna e vicina ai bisogni dei cittadini. il programma che riguarda l'area del Pionta è parte fondamentale di questo percorso.”

I lavori, (partendo dalla demolizione delle palazzine) inizieranno a giugno 2022 per concludersi definitivamente, con la realizzazione degli interventi finanziati dal PNRR, nel 2026.
In questo impegnativo percorso l’Azienda ASL investe direttamente con risorse proprie 2,850 milioni mentre le altre entrate necessarie alla copertura delle opere sono garantite dal Comune di Arezzo tramite il bando periferie e dallo Stato con i fondi ex art.20.

“Tutto è già finanziato e deliberato, conclude il Direttore Antonio D’Urso, e credo che sia un segnale di grande importanza per la città e per la sanità. A breve avremo anche l’ufficializzazione definitiva del finanziamento per la realizzazione dell'Hospice, per il quale abbiamo già fornito alla Regione Toscana tutta la documentazione necessaria.”


Scendendo nel dettaglio, questo è lo schema degli interventi previsti nell’area del Pionta


Nuovo Centro Autismo e Salute Mentale
c/o area Pionta di Arezzo FASE I art.20/2020 1° e 2° stralcio €4.020.339
Nuovo Hospice Arezzo €4.500.000

Centrale Operativa Territoriale C.O.T. € 370.000

Ospedale di Comunità € 2.500.000

Adeguamento accreditamento e antincendio Palazzina Formazione € 550.000

Demolizione fabbricati € 399.000

Climatizzazione immobili Pionta € 450.000

Spostamento serre € 211.000