L’Asl Tse ha deciso di impugnare, di fronte alla Sezione Lavoro della Corte d’Appello di Firenze, la sentenza del Giudice del Lavoro del Tribunale di Arezzo che ha annullato la sanzione disciplinare irrogata nei confronti di una dipendente Asl – operatrice socio sanitaria – che era stata sospesa a causa delle sue affermazioni sul Covid. Affermazioni apparse su Facebook che per l’azienda integravano un comportamento in violazione degli obblighi del dipendente sanciti dalle norme contrattuali e dal Codice di Comportamento Aziendale.