Da domani si parte con le scuole e poi con le aziende ed il sistema produttivo
Una formula vincente e rassicurante per i cittadini


Si è chiusa la prima parte del tour del Camper vaccini della USL Toscana sud est, quella dedicata alle manifestazioni e agli eventi.
Nella prima metà di settembre sono state sei le uscite dei due Camper vaccinazione della USL, messi a disposizione dalla Misericordia di Arezzo e da Anpas: Arezzo (Giostra del Saracino e Fiera del Mestolo, Pieve Santo Stefano Festa della Madonna dei Lumi, Camucia Fiera, Monte San Savino Sagra della Porchetta, Sansepolcro Palio della Balestra).
In queste sei giornate sono state 280 le persone che hanno scelto di vaccinarsi, di queste circa il 70% in prima dose, tanti stranieri e anche numerosi minorenni.
Una metodologia che sta dando buoni risultati e che trova il favore dei cittadini, infatti, oltre ai duecentottanta che si sono vaccinati, il personale ha registratro oltre 300 persone che hanno chiesto informazoni sui vaccini, sugli orari di accesso ai centri hub e su altri aspetti legati alla pandemia.
Il Camper in queste occasioni si è dimostrato un efficace veicolo di comunicazione e di informazione sanitaria.
Ora il programma di vaccinazione diffusa riparte con le tappe nelle scuole e successivamente nelle aziende e presso il mondo produttivo.
La formula sarà sempre la stessa e vedrà impegnati sul Camper medici, infermieri e personale amministrativo della Usl, coadiuvati da volontari della Misericordia e di Anpas e dall'Associazione Vigili del Fuoco.
Il percorso vaccinale si articolerà in spazi per l’accettazione e aree allestite per l’osservazione post-vaccino.
L'accesso sarà diretto e senza prenotazioni.