Ottenute tutte le autorizzazioni e terminati i lavori strutturali, si completa il percorso dell’ambulatorio

POPPI – E’ attiva da alcuni giorni la vasca riabilitativa del Centro ambulatoriale di Cerromondo, dopo una serie di lavori necessari ad ottenere tutte le autorizzazioni per il percorso riabilitativo di chi accede al Centro. La vasca è dotata di un sollevatore per garantire la fruizione dell’idrochinesiterapia (fisioterapia in acqua) a tutte le tipologie di pazienti. Questo tipo di terapia non è prevista dai LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), quindi è possibile sottoporsi al trattamento in convenzione solo se indicato nel PRI (Progetto Riabilitativo Individuale) del paziente.  

La struttura di Cerromondo, a cui possono accedere adulti o minori affetti da patologie neuro-muscolari per la loro riabilitazione, è di proprietà della Asl Toscana sud est e affidata in gestione all’Istituto di Agazzi. Eroga trattamenti riabilitativi in regime ambulatoriale individuale e trattamenti riabilitativi in regime ambulatoriale di gruppo.  

L’Istituto è un Centro convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale quindi, per poter usufruire in forma convenzionata dei servizi offerti, è necessario che il paziente abbia l’autorizzazione dell’Azienda Sanitaria. Il percorso è il seguente: il paziente effettua una visita con l’Equipe multidisciplinare del Distretto che redige  un Piano di Trattamento. Se il Piano ha necessità di essere prorogato, è il medico specialista del Centro che fa la prescrizione ma lo stesso deve comunque essere validato dall’Equipe del Distretto.

“Dal momento del mio insediamento nella Zona Aretina-Casentino-Valtiberina, la questione della vasca riabilitativa di Cerromondo è stata una delle priorità e, a fronte di numerose problematiche e di attesa per le autorizzazioni, siamo giunti a buon fine – dichiara Evaristo Giglio, direttore Zona – Ringrazio chi, per la Asl, ha seguito tutto l’iter, tra cui l'Area Tecnica, ma anche l’Istituto di Agazzi che ha fatto i lavori e i Comuni, in primis quello di Poppi, per aver compreso le difficoltà a cui ci siamo trovati di fronte. Questo è un nuovo punto di partenza per i percorsi riabilitativi complessi della vallata, che vanno sotto il nome di Percorsi 3”.

“La struttura di Cerromondo si arricchisce di un’attività importante, molto atteso dalla cittadinanza – ha commentato il sindaco di Poppi Carlo Toni -  Adesso il servizio è completo e potrà aiutare tutti coloro che necessitano di particolari trattamenti”.

"L'Istituto di Agazzi è orgoglioso di poter portare avanti anche nel territorio del Casentino la propria missione nell'ambito della riabilitazione neuromotoria dell'adulto e del bambino anche grazie alla collaborazione con la ASL e gli enti locali – ha concluso il legale rappresentante Padre Giovan Battista Scarinci - Abbiamo accettato con entusiasmo questa nuova sfida e lo dimostra anche l'impegno profuso per l'apertura di questa vasca fisioterapica".

cerromondo