Il nostro ordinamento prevede tre possibilità di accedere ai documenti della pubblica amministrazione. Accanto all'accesso agli atti (o documentale) introdotto con la L. 241/90 sono riconosciuti l'accesso civico semplice e l'accesso civico generalizzato.  

L'accesso agli atti (o documentale) attiene al diritto di ottenere copia di atti amministrativi da parte di coloro che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso. È necessaria quindi una stretta correlazione tra il documento amministrativo oggetto del diritto di accesso e uno specifico interesse del soggetto richiedente; la legge non ammette, infatti, istanze di accesso finalizzate ad un controllo generalizzato dell’operato della pubblica amministrazione. 
Per formulare una istanza di accesso agli atti all'Azienda USL Toscana sud est utilizzare il modulo apposito. Per ulteriori informazioni consultare il regolamento

L'accesso civico semplice concerne dati, documenti e informazioni soggetti a publbicazione OBBLIGATORIA, secondo le indicazioni del D. Lgs. 33/2013 e ss.mm.ii.
Riguarda quindi esclusivamente la possibilità di accedere a documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria  (articolo 5, comma 1, d. lgs. n. 33/2013),  non richiede  requisiti di qualificazione da parte dell'istante e può essere esercitato da chiunque in caso di mancata pubblicazione.
La richiesta va presentata al  Responsabile della trasparenza. 

L'accesso civico generalizzato (noto anche come FOIA) concerne invece dati, documenti e informazioni - di INTERESSE GENERALE - ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ed è stato introdotto  dal D. Lgs. 97/2016.
Disciplinato al comma 2 dell’art. 5 del D.Lgs. 33/2013, come  modificato dal soprarichiamato decreto 97,  che così recita: Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis” consente a chiunque di  conoscere dati e documenti in relazione ai quali, pur non sussistendo alcun obbligo di pubblicazione in capo alla Pubblica Amministrazione, il privato manifesti apposita istanza di accesso,  fermi restando i limiti espressamente sanciti dal successivo art. 5 bis 

ATTENZIONE: l'ACCESSO CIVICO (semplice e generalizzato) è tipologia distinta dall'ACCESSO AGLI ATTI (o documentale) le cui modalità di esercizio non sono state cambiate dal decreto 33/2013 e dalle modifiche apportate con il decreto 97/2016 (FOIA). 

Chi può presentare l’istanza di accesso civico e cosa deve indicare
Chiunque può formulare istanza in quanto l’accesso civico non è sottoposto ad alcuna limitazione soggettiva del richiedente. Non è necessario fornire alcuna motivazione per presentare l’istanza, ma è richiesto di identificare i dati, le informazioni o i documenti che si visionare o dei quali ottenere copia. Ciò vuol dire che eventuali richieste di accesso civico devono essere ritenute inammissibili laddove l’oggetto dell'istanza sia indeterminato e tale da non permettere di identificare la documentazione richiesta, oppure laddove la stessa istanza risulti manifestamente irragionevole. Il rilascio è condizionato al rimborso dei costi sostenuti e documentati dall'amministrazione.

E' possibile utilizzare questo modello per la presentazione dell’istanza ai sensi dell’art. 5 del D. Lgs. n. 33/2013.

Con quale modalità può essere presentata l’istanza
La richiesta di accesso (sia di dati, informazioni, documenti soggetti a pubblicazione, sia di quelli non compresi in tale obbligo) può essere presentata:

  • a) per via telematica, sottoscritta mediante firma digitale (attraverso il sistema pubblico di identità digitale SPID, nonché carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi - CSE) o con PEC (Posta Elettronica Certificata). L’istanza dovrà essere inviata al seguente indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • b) per via telematica con e-mail allegando copia della richiesta compilata in carta libera o su apposito modello allegato debitamente firmato e unitamente a copia di documento di identità in corso di validità (sono equiparati alla carta di identità il passaporto e la patente di guida). L’istanza dovrà essere inviata alle e-mail dei detentori della documentazione/dati, oppure al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • c) con fax al numero 0575/ 254275 Ufficio Protocollo, sede Legale di Arezzo - via Curtatone, n.54
  • d) di persona presso gli Ufficio Protocollo o gli URP delle sedi operative di Arezzo (Via Curtatone, n.54), Grosseto (Viale Cimabue, n. 109), Siena (Piazza Carlo Rosselli, n. 26 V. avviso COVID)
  • e) con posta ordinaria (richiesta compilata in carta libera o su apposito modello allegato debitamente firmati e unitamente a copia di documento di identità in corso di validità) ai seguenti recapiti/ indirizzi:
    • 1) uffici dell'amministrazione detentori dei dati, informazioni o documenti
    • 2) Uffici Protocollo oppure URP nelle sedi operative sopra indicate (Arezzo, Grosseto, Siena)
    • 3) Ufficio Centralizzato per l’accesso civico, Via Cimabue n. 109 - 58100 Grosseto.


Responsabile della Trasparenza (dal 01.02.2021, giusta  deliberazione n. 144/2021) Dr.ssa Antonella Mucelli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile Ufficio Unico Aziendale per l'accesso (giuste deliberazioni n. 607/2017 e n. 221/2019)
Dr.ssa Monica Mandanici
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.