Il progetto "ADA - Adattamento domestico per l'autonomia personale", promosso dalla Regione Toscana, ha l'obiettivo di orientare e sostenere la persona con disabilità grave e il suo nucleo familiare per  migliorare il grado di autonomia e il benessere ambientale all'interno dell’abitazione, attraverso un'azione di informazione e consulenza sulle possibili soluzioni architettoniche, tecnologiche, informatiche, nonché attraverso un contributo economico a sostegno dell'acquisto di prodotti, attrezzature e/o la realizzazione di opere edili.

Il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 15 marzo 2017

Destinatari e requisiti di accesso al progetto ADA
Il progetto è destinato a persone con disabilità grave in possesso dei seguenti requisiti:

1. età compresa fra i 6 ed i 65 anni;
2. possesso della certificazione di gravità ai sensi dell’art. 3, comma 3, della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992;
3. residenza nella Zona-Distretto Colline dell'Albegna e nell’abitazione per la quale si richiede la consulenza.

La consulenza tecnica
La consulenza rappresenta l'elemento fondamentale del progetto ADA ed è un documento che contiene l'insieme delle soluzioni progettuali volte a migliorare l’autonomia della persona disabile nella sua abitazione e a facilitare l’eventuale attività di chi presta assistenza.
La consulenza verrà redatta a seguito di un sopralluogo effettuato da personale socio sanitario e da personale esperto in materia di accessibilità.
Le soluzioni proposte nella consulenza riguarderanno tre aree d’intervento:

1. opere edilizie (ad esempio: rampe per il superamento dei dislivelli, ampliamenti dei vani delle porte, demolizione e ricostruzione di pareti, rifacimento dei bagni);
2. arredi e attrezzature (ad esempio: mobili da cucina ed elettrodomestici accessibili, usabili e sicuri, corrimano e maniglioni, apparecchi sanitari e accessori per il bagno accessibili, usabili e sicuri);
3. tecnologie assistive e tecnologie per l’accessibilità e l’automazione dell’ambiente (ad esempio: dispositivi mobili per la sicurezza della persona, sistemi di automazione dei serramenti e dell'illuminazione, adattamento domotico degli impianti).

Criteri per l’accesso al servizio di consulenza
Per l'annualità 2017 la Zona Distretto Colline dell'Albegna potrà erogare un numero massimo di 5 consulenze. Le domande, inviate nei termini e secondo le modalità previste nel presente avviso, saranno dunque ordinate in una graduatoria che terrà conto dei seguenti criteri:

Indicatore della Situazione Economica Equivalente della persona disabile interessata, I.S.E.E. standard o ordinario in corso di validità (ai sensi del D.P.C.M. n.159 del 5 Dicembre 2013, come modificato dal decreto legge 29 marzo 2016, n. 42, convertito, con legge n. 89 del 26 maggio 2016);
età della persona disabile interessata;
numero di persone con disabilità grave (ai sensi dell’art. 3, comma 3, della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992) nell'unità abitativa del nucleo familiare della persona disabile interessata;
percepimento di altri contributi economici regionali da parte della persona con disabilità interessata;
numero di minori nell'unità abitativa del nucleo familiare della persona disabile interessata (diversi dalle persone con disabilità grave di cui ai punti precedenti).

Le modalità di assegnazione dei punteggi per ogni criterio sono indicate nell’Allegato 1.

Le consulenze saranno erogate ai soggetti che si collocheranno nelle prime 5 posizioni della graduatoria di accesso al servizio, sulla base di quanto stabilito nell'Allegato B alla Delibera n. 865 del 6 settembre 2016.

Il contributo economico
Il progetto prevede anche l’erogazione di un contributo economico finalizzato a sostenere la realizzazione degli interventi proposti nella consulenza o di una parte di essi.
Possono fare richiesta di contributo economico i destinatari di cui al punto 2 che abbiano I.S.E.E. standard o ordinario in corso di validità (ai sensi del D.P.C.M. n.159 del 5 Dicembre 2013, come modificato dal decreto legge 29 marzo 2016, n. 42, convertito, con legge n. 89 del 26 maggio 2016) non superiore a 36.000,00 euro.

Il contributo economico è da intendersi come cofinanziamento al costo di realizzazione dei seguenti interventi:

- opere edilizie;

- acquisto e installazione di elementi d'arredo, attrezzature e ausili;

- acquisto e installazione di strumentazioni, dispositivi e impianti tecnologici; installazione di sistemi domotici.

I contributi potranno essere riconosciuti solo nel caso di presentazione di preventivi relativi ad interventi coerenti con le indicazioni riportate nella consulenza.

I contributi non potranno essere richiesti:

per interventi già finanziati o in corso di valutazione sulla base delle vigenti disposizioni regionali in materia di eliminazione delle barriere architettoniche;
per ausili compresi nel "Nomenclatore tariffario" di cui al Decreto Ministeriale n. 332 del 27 agosto 1999 o comunque acquisibili attraverso valutazione specialistica del competente servizio del S.S.N.

Criteri per l’erogazione del contributo economico
I contributi saranno erogati nei limiti del budget assegnato a questa Zona Distretto Colline dell'Albegna pari a  € 10.966,36
I soggetti in possesso del requisito di cui al punto 4 del presente avviso che intendano fare richiesta di accesso al contributo dovranno dichiararlo nella domanda di partecipazione al bando nella sezione dedicata ed effettuare i relativi adempimenti illustrati al punto 7.

Ai fini della determinazione del contributo si terrà conto dei criteri adottati nella costruzione della graduatoria di accesso al progetto e di due ulteriori indicatori:

-gravità delle condizioni della persona disabile, che tiene conto dei fattori personali in rapporto al bisogno di assistenza domestica;

-gravità delle condizioni ambientali, che tiene conto dei fattori ambientali che ostacolano lo svolgimento delle attività domestiche da parte della persona disabile e lo svolgimento dell’eventuale attività di assistenza.

L'entità del contributo erogabile verrà determinata anche in base alle diverse fasce di I.S.E.E. standard o ordinario in corso di validità (ai sensi del D.P.C.M. n.159 del 5 Dicembre 2013, modificato dal decreto legge 29 marzo 2016, n. 42, convertito, con legge n. 89 del 26 maggio 2016), della persona disabile, di seguito denominato “ISEE”,   secondo le modalità sotto indicate:

con ISEE fino a € 5.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 4.600,00 e potrà coprire fino al 100% delle spese complessive;

con ISEE da € 6.000,00 a € 8.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 4.200,00 e potrà coprire fino all’80% delle spese complessive;

con ISEE da € 9.000,00 a € 11.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 3.800,00 e potrà coprire fino al 75% delle spese complessive;

con ISEE da € 12.000,00 a € 14.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 3.400,00 e potrà coprire fino al 70% delle spese complessive;

con ISEE da € 15.000,00 a € 17.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 3.000,00 e potrà coprire fino al 65% delle spese complessive;

con ISEE da € 18.000,00 a € 20.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 2.600,00 e potrà coprire fino al 60% delle spese complessive;

con ISEE da € 21.000,00 a € 23.999,99 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 2.200,00 e potrà coprire fino al 55% delle spese complessive;

con ISEE da € 24.000,00 a € 36.000,00 il contributo sarà compreso tra € 0 e € 1.800,00 e potrà coprire fino al 50% delle spese complessive.

In base alle risorse disponibili e al numero di domande pervenute, potrà essere valutata la possibilità di superare i limiti indicati sopra.

Si precisa che i contributi saranno calcolati sull'ammontare complessivo delle spese effettuate da ogni beneficiario, indipendentemente dal numero e dal tipo di interventi realizzati.
L'elenco dei partecipanti aventi diritto al contributo, completa dell’importo del contributo assegnato, sarà pubblicata sul sito web della Azienda Sanitaria USL Sudest all'indirizzo: http://www.uslsudest.toscana.it

Modalità di presentazione della domanda
Le domande dovranno essere presentate compilando il modulo allegato (Allegato 2).
Le domande dovranno essere sottoscritte dalla persona disabile interessata o, in caso di impossibilità o minore età, da un suo rappresentante (persona che esercita la potestà, la tutela ovvero l’amministrazione di sostegno del disabile).

Alla domanda dovrà inoltre essere allegata la seguente documentazione:

- copia della certificazione di gravità di cui all'art. 3, comma 3, della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, della persona disabile interessata;
- copia di documento di identità in corso di validità della persona che sottoscrive la domanda.

Sono motivi di esclusione dalla partecipazione all'avviso:

- mancata sottoscrizione della domanda
- mancata presentazione della copia del documento di identità in corso di validità.

Il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 15 marzo 2017 ai recapiti e secondo le modalità di seguito indicate:

- consegna a mano presso ufficio protocollo Ospedale di Orbetello-lungolago pescatori s.n.c.dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00
- posta raccomandata da inviare all'indirizzo Azienda Usl Toscana Sud Est-lungolago pescatori s.n.c.-58015 Orbetello
- posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo :
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per le domande inviate a mezzo posta non farà fede la data del timbro postale.