puntoSiPrenotare visite e prestazioni, attivare tessere sanitarie, pagare il ticket direttamente in farmacia, senza dover chiamare il call center o fare la fila al Centro unico prenotazioni.
Dal primo di aprile, anche in provincia di Grosseto, per ora in via sperimentale in 8 farmacie comunali (delle 9 presenti sul territorio provinciale), sarà possibile usufruire dei servizi Cup, in aggiunta all’attivazione della tessera sanitaria che già dal 2010 viene effettuata nelle farmacie comunali e, da febbraio, anche in alcune private.

L’obiettivo è di partire progressivamente, da qui a giugno, con i servizi Cup anche nelle farmacie private che hanno espresso il loro interesse al progetto (delle 75 presenti in provincia di Grosseto, al momento hanno aderito all’accordo in 26). In questo modo viene strutturata una rete capillare sul territorio, a vantaggio di tutti i cittadini, in particolare quelli che vivono nelle aree più decentrate della provincia che possono così usufruire del servizio più vicino alla propria dimora, in fasce orarie più ampie e differenziate.

Come funziona.
Il cittadino che ha bisogno di prenotare una visita o di pagare il ticket può andare in una delle farmacie che hanno aderito (riconoscibili grazie al logo che identifica i  “PuntoSì”) con la ricetta rossa o con la prescrizione su ricetta elettronica. La prenotazione e la cancellazione di una visita non ha alcun costo per l’assistito. Viceversa, nel caso in cui disdica una prestazione e la prenoti una seconda volta, la seconda prenotazione della stessa visita ha un costo di 1.50 euro.
La Asl, da parte sua, paga le prestazioni, mette a disposizione il software per l'erogazione dei servizi di prenotazione e pagamento ticket e si occupa della formazione del personale della farmacia.

Le farmacie private in cui saranno attivati i servizi CUP entro i prossimi mesi
  • a Grosseto hanno aderito le farmacie Billi, Casalone, Severi (piazza Dante Alighieri e via Roma), Mencarelli, La Cittadella, La Rugginosa,  Ruggeri Rita, San Giuseppe, San Lorenzo, Verde Maremma;
  • a Istia d’Ombrone la farmacia Santa Lucia;
  • a Roselle la farmacia Bastianini
  • a Magliano in Toscana la farmacia Sandrelli (Magliano e Marsiliana);
  • a Ribolla la farmacia Ederiferi;
  • a Roccastrada la farmacia Cuccia;
  • a Scansano la farmacia di Scansano;
  • a Scarlino la farmacia Petitto (a Scarlino, Scarlino Scalo e al Puntone);
  • a Follonica la farmacia San Raffaele;
  • a Massa Marittima la farmacia Niccolini.
  • ad Albina la farmacia Farmeschi;
  • a Pitigliano la Guidoni e Farmacia del tufo;
  • a Roccalbegna, farmacia Mencarelli.
Le farmacie comunali, in cui partono i servizi Cup dal primo aprile, sono le cinque di Grosseto, la comunale di Castiglione della Pescaia  e le due comunali di Follonica