La Regione Toscana ha lanciato l’appello per l’emergenza sangue dovuta sia alle difficili condizioni meteorologiche che al picco di epidemia influenzale, che ha reso impossibile a molti donatori di recarsi a donare. Anche Arezzo ha quasi finito le scorte di sangue, dopo averne fatto confluire una buona parte al sistema regionale.

A invitare i donatori aretini vecchi e nuovi a donare è Pierluigi Liumbruno, direttore area omogenea medicina trasfusionale Asl sud est: “ Qui non siamo in emergenza sangue, ma dopo aver risposto alle richieste della rete regionale abbiamo bisogno di rifare le scorte. Infatti, non sono mancate le donazione degli aretini, ma rispetto all’anno precedente abbiamo risposto alle sollecitazioni del sistema regionale sanitario inviando ben 893 unità di sangue ai policlinici carenti, nello stesso periodo dell’anno passato ne abbiamo inviate 761.”

Gli aretini hanno dimostrato la propria generosità anche in quest’ultimo mese con 1828 donazioni, l’anno scorso erano state poche meno (1783), quindi per chi può, ricorda l'azienda, si rechi a donare il sangue, specie se appartenente ai gruppi 0 negativo, 0 positivo, A negativo e A positivo.