Il cercatore amatoriale di funghi, che ha dei dubbi circa la loro tossicità, può recarsi presso le sedi dell’Ispettorato Micologico indicate secondo gli orari predisposti e pubblicati ogni anno per la stagione autunnale.

Tuttavia potrà chiedere la verifica al personale sanitario predisposto al controllo, anche negli altri periodi dell’anno, chiamando la segreteria del dipartimento della prevenzione al n. 0564 485161, la quale lo metterà in contatto col micologo più vicino o disponibile per l'appuntamento.


Orari e le sedi degli uffici dell’ispettorato micologico per la stagione autunnale 2017 (i funghi possono essere visti dai micologi anche in orari diversi, previo appuntamento telefonico)

  • Grosseto – 2 ottobre /1 dicembre - Villa Pizzetti, viale Cimabue (edificio a destra del cancello principale), telefono 0564 485613 - 0564 483626 - 0564 483698 - 0564 485605; lunedì, martedì, venerdì dalle 13 alle 14; giovedì dalle 16 alle 18;
  • Follonica – 2 ottobre /1 dicembre - Distretto sanitario, viale Europa, telefono 0566 59516 - 59585; lunedì e venerdì alle 13.30 alle 14.30;
  • Massa Marittima – 2 ottobre /1 dicembre - uffici amministrativi, viale Risorgimento; lunedì e venerdì, dalle 13 alle 14;
  • Manciano – 2 ottobre /27 novembre – via Campolmi, telefono 0564 618008; il lunedì dalle 13 alle 14;
  • Orbetello - 2 ottobre /1 dicembre – via Volontari del sangue; telefono 0564 869415, su appuntamento;
  • Arcidosso – 2 ottobre /1 dicembre - Distretto sanitario, via degli Olmi, telefono 0564 914806 - 0564 914807, lunedì e venerdì, dalle 12 alle 13.30.

L’Azienda ha attivato, inoltre, il servizio di “pronta disponibilità” dei propri micologi, che possono essere chiamati dai medici dei pronto soccorso di tutto il territorio provinciale, se si presentano casi di sospetta intossicazione da funghi. L’intervento del micologo, infatti, consente di individuare la specie responsabile dell’intossicazione, con il massimo margine di sicurezza possibile, dando l’opportunità ai medici di somministrare le cure del caso e la specifica terapia farmacologica in tempi rapidi.

Anche in questo caso, i micologi della Usl raccomandano ai cittadini che si presentano in pronto soccorso per una sospetta intossicazioni da funghi, di fornire, quando possibile, i resti del pasto o altri eventuali funghi non ancora ingeriti. Questo li facilita nell’identificazione della specie responsabile dell’avvelenamento, risparmiando tempo prezioso per l’inizio della terapia adeguata al caso.