Competenze
:
Intende formare un operatore  in grado di assicurare l’assistenza di base alla persona nelle situazioni caratterizzate da alterata autonomia psico-fisica dell’assistito, con un approccio che privilegia l’attenzione alla persona, alle sue esigenze e potenzialità residue ed alla famiglia. L’Oss svolge infatti attività indirizzate a soddisfare i bisogni primari della persona, in ambito sia sociale che sanitario, in supporto alle attività definite nei percorsi assistenziali infermieristici, sociali, ostetrici, fisioterapici-riabilitativi, tecnico-diagnostici, con interventi assegnati sulla base del profilo, del contesto e della pianificazione dei professionisti preposti.

L’Operatore che ha conseguito la qualifica di Operatore Socio Sanitario sviluppa competenze specifiche nelle seguenti funzioni:
- Intervento dell’OSS nel contesto Socio-Sanitario
- Supporto gestionale, organizzativo e formativo
- Assistenza di base ed aiuto domestico-alberghiero

Requisiti di accesso:
- Possesso del diploma della scuola dell’obbligo.
- Compimento del diciassettesimo anno di età alla scadenza di iscrizione al corso.

N.B: Citadini stranieri - In relazione ai titoli di studio conseguiti in paesi comunitari o extracomunitari è indispensabile, da parte dei relativi candidati, specificare in maniera chiara e dettagliata (eventualmente anche attraverso relativa documentazione posseduta) la tipologia, i contenuti, e la durata/frequenza del percorso scolastico al fine di consentire una corretta valutazione del titolo da parte della struttura amministrativa competente. Il tutto comunque nel rispetto delle vigenti norme in materia di Autocertificazione e Semplificazione della Pubblica Amministrazione . Inoltre, per i cittadini stranieri che abbiano conseguito il titolo di studio all’estero, è previsto l’accertamento della conoscenza della lingua italiana. L’esito positivo di tale accertamento non ha effetto sulla graduatoria finale. L’eventuale esito negativo è motivo di esclusione dalla stessa.

Ammissione/iscrizione:
Per l’ammissione al corso è previsto il superamento di un test attitudinale e/o Tecnico Professionale.  Per tale Selezione è prevista una quota a carico del candidato pari a € 10,00; in base ai risultati del test verrà formulata la graduatoria finale.
Gli ammessi al corso dovranno versare una quota di iscrizione così ripartita:
-percorso 1000 ore: 1000 euro – esente IVA
-percorso abbreviato: 500 euro – esente IVA
-percorso complementare: 250 euro – esente IVA.

Articolazione del percorso formativo
Il corso è annuale ed ha una durata di 1000 ore. E’ strutturato in 3 Unità Formative Capitalizzabili (UFC: sono aggregazioni omogenee di obiettivi formativi affini fra loro); ogni UFC prevede l’alternanza fra formazione in aula e contestualizzazione operativa  attraverso laboratori e tirocinio. Al termine dello stesso, accertata la frequenza e il raggiungimento della sufficienza a tutte le unitá formative, il candidato può essere ammesso all’esame.

Esame finale
- prova orale sulle materie del curriculum formativo
- prova pratica consistente nella simulazione di un processo assistenziale di competenza

Abbreviazione del percorso formativo

I possessori delle qualifiche di OTA (DM 295/91) e di AAB ed equipollenti, acquisite ai sensi della L.845/78,  possono aver diritto, sulla base di quanto indicato nella delibera regionale, ad un percorso formativo abbreviato di  e 450 ore. Il tutto normato dal Regolamento Regionale vigente . La durata del percorso, previa valutazione degli organismi didattici aziendali, puó essere integrata fino ad un massimo di ulteriori 50 ore. 


Corso per Operatore Socio Sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria.

Competenze
Intende formare un operatore in grado di assicurare l’assistenza di base in ambito sanitario, collaborando al processo assistenziale definito dall’infermiere/ostetrica anche con prestazioni sanitarie specifiche, assegnate sulla base del profilo, della pianificazione infermieristica/ostetrica e in relazione alla complessità assistenziale.

Requisiti di accesso
Essere in possesso dell’attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario, conseguito ai sensi dell’art. 12  dell’accordo 22/02/01,intervenuto in sede di conferenza Stato-Regioni tra il Ministro della Sanitá, il Ministro per la Solidarietà Sociale e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per l’individuazione della figura e  del relativo profilo dell’OSS, o di titolo equipollente, rilasciato ai sensi dell’art.13 dello stesso accordo. (L’equipollenza deve essere stata effettuata con atto deliberativo da parte di una Regione italiana).