Trasporto sanitario ordinario dal domicilio del paziente barellato per:

  • ricoveri in struttura pubblica o privata convenzionata in Regione Toscana;
  • visite specialistiche, esami diagnostici o trattamenti terapeutici singoli in Regione Toscana.

Chi ha diritto al servizio

Hanno diritto a tale servizio di trasporto i residenti in Regione Toscana che debbano recarsi da domicilio a struttura sanitaria pubblica o privata convenzionata (e accreditata) in ambito regionale per:

  • ricoveri;
  • visite specialistiche, esami diagnostici o trattamenti terapeutici singoli.

In particolare il trasporto sanitario è previsto per:

  • persone barellate (con ambulanza);
  • persone non deambulanti in carrozzina ortopedica obbligata (con mezzo attrezzato dotato di pedana mobile).

Come avviene la richiesta per l’area Provinciale di Grosseto e Arezzo

La richiesta deve essere prescritta direttamente dal MEDICO O PEDIATRA DI FAMIGLIA SU RICETTARIO REGIONALE. È direttamente il familiare della persona o la stessa persona che deve usufruire del servizio di trasporto che, una volta ottenuta la prescrizione del proprio medico, dovrà contattare direttamente l'associazione più vicina al proprio domicilio.


Come avviene la richiesta per l’area Provinciale di Siena

La richiesta deve essere prescritta direttamente dal MEDICO O PEDIATRA DI FAMIGLIA SU RICETTARIO REGIONALE. È direttamente il familiare della persona o la stessa persona che deve usufruire del servizio di trasporto che, una volta ottenuta la prescrizione del proprio medico, deve contattare la Centrale Operativa E/U di Siena al numero telefonico (0577 367774) per la prenotazione del trasporto stesso. Per consentire una corretta organizzazione è opportuno chiamare con adeguato anticipo rispetto alla data del ricovero o visita.



È ammesso il trasporto in ambulanza fuori regione per ricovero o per visite specialistiche, esami diagnostici o trattamenti terapeutici singoli verso struttura pubblica solo per persona barellata. La richiesta redatta dal medico di famiglia, in questo caso, deve essere preventivamente autorizzata dal Distretto e/o dal Direttore della Centrale Operativa di Emergenza Urgenza.


Chi non ha diritto al servizio

Il servizio di trasporto per ricoveri o visite specialistiche di cui sopra, è a totale carico del paziente sia nel reperimento del mezzo che nei costi nei seguenti casi:

  • paziente autosufficiente;
  • paziente non assistito dal servizio sanitario regionale toscano.

Non sono a carico del Servizio Sanitario Regionale i trasporti richiesti in ragione di disagi di natura socio economica e/o familiare.