Chi ha diritto al servizio

Hanno diritto al trasporto da domicilio a struttura sanitaria pubblica o privata convenzionata (e accreditata) all'interno del territorio dell'Azienda USL Toscana sud est per il trattamento di DIALISI tutte le persone sottoposte a terapia dialitica, barellate, residenti in Regione Toscana.

Per i residenti nel territorio della Regione Toscana, oltre al trasporto con ambulanza, è previsto anche il trasporto con mezzo attrezzato, con autovettura o pulmino, nei casi di:

  • persone barellate (con ambulanza);
  • persone non deambulanti in carrozzina ortopedica obbligata (con mezzo attrezzato dotato di pedana mobile);
  • persone con deambulazione compromessa possibile con l'aiuto di un'altra persona (con autovettura o pulmino).

In caso di trasporti con mezzo attrezzato o con autovettura o pulmino, questi possono essere organizzati in modo collettivo.


Come avviene la richiesta per l’area provinciale di Arezzo e Grosseto

La richiesta del trasporto deve essere redatta esclusivamente dal MEDICO SPECIALISTA del Centro di Dialisi che ha in cura il paziente (non è competenza del medico di famiglia). Il paziente con la richiesta dovrà contattare direttamente l’associazione di volontariato più vicina al proprio domicilio.


Come avviene la richiesta per l’area provinciale di Siena

La richiesta di trasporto viene inoltrata dal MEDICO SPECIALISTA del Centro di Dialisi che ha in cura il paziente (non è competenza del medico di famiglia) via fax (0577 367777) alla Centrale Operativa E/U di Siena, che organizza il trasporto.


Forme di trasporto autonome

L'Azienda USL Toscana sud est, per i propri cittadini residenti autosufficienti che si avvalgono dei mezzi propri per raggiungere il Centro Dialisi, ha previsto l'erogazione di un contributo per le spese di trasporto sostenute dagli stessi.