Tutti i cittadini, ad eccezione di quelli esenti, sono tenuti a partecipare alla spesa del Servizio sanitario attraverso il pagamento di un ticket. Per legge regionale il ticket per la compartecipazione alla spesa sanitaria di specialistica ambulatoriale (prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e delle altre prestazioni specialistiche) va pagato prima dell'effettuazione della prestazione.

Il ticket in Pronto Soccorso è dovuto per i codici di priorità bianco o azzurro. In questi casi è previsto il pagamento di un ticket di € 25, oltre eventuali ticket per esami di controllo svolti durante l'accesso, fino ad un importo massimo di € 50. Non è richiesto pagamento del ticket per i codici rosso, giallo e verde. Sono esenti dal pagamento del ticket per le prestazioni erogate al Pronto soccorso

  • tutti gli assistiti esenti dalla partecipazione alla spesa per le prestazioni di specialistica ambulatoriale;
  • i ragazzi di età inferiore a 14 anni;
  • utenti dimessi dal Pronto soccorso con codice di priorità bianco ed azzurro per situazioni correlate a: avvelenamenti acuti, traumatismi (che esitino in sutura o immobilizzazione), necessità di un breve periodo di osservazione nell'area di Pronto soccorso o comunque all'interno della struttura ospedaliera;
  • gli appartenenti alla forze di Polizia, Carabinieri, Forze armate e Vigili del fuoco, che non godono di copertura Inail, per le prestazioni erogate in seguito a infortuni sul lavoro.

Il ticket sulla specialistica ambulatoriale prevede un importo massimo per ricetta di 38 euro, al quale si somma, se dovuto, il cosiddetto ticket aggiuntivo, modulato sulla base della fascia economica di appartenenza dell'assistito.

Il ticket sui farmaci è differenziato sulla base della fascia economica di appartenenza dell'assistito.

Vai a Ticket aggiuntivo sulle prescrizioni

Per informazioni dettagliate sul pagamento ticket:
ambito aretino
ambito grossetano
ambito senese