SIENA - ll 10 maggio “Tessere i territori” è ad Abbadia San Salvatore per discutere dati e aspettative della zona Amiata Val d’Orcia e “programmare” la salute

Il penultimo appuntamento di “Tessere i territori” per la provincia di Siena della Usl Toscana Sud Est si tiene mercoledì prossimo 10 maggio al Cinema Teatro Amiata di Abbadia San Salvatore.
Volontariato e componenti del comitato di partecipazione, professionisti dell’azienda sanitaria della zona Amiata Val d’Orcia e sindaci, a partire dalle 9.00, focalizzeranno l’attenzione sui dati epidemiologici del territorio dei cinque comuni inseriti nella zona socio sanitaria, per giungere nel pomeriggio, alle linee di indirizzo per la prossima redazione del piano integrato di salute.
Nel pomeriggio, alle 14.00, cinque tavoli di lavoro affronteranno altrettanti temi (dai percorsi omogenei, agli stili di vita e i determinanti di salute del territorio, alla fragilità e vulnerabilità socio sanitaria) in contemporanea con la Conferenza zonale dei sindaci. Al termine, sarà presentata la sintesi conclusiva sulle proposte di lavoro per la successiva elaborazione del documento di programmazione integrata sociale e sanitaria.
“La volontà di procedere entro maggio a completare questi incontri sui 13 territori delle zone distretto dell’Azienda USL Toscana sud est – spiega il direttore generale della Asl Enrico Desideri – è per arrivare entro l’autunno a delineare i piani integrati di salute e quindi una pianificazione completa aziendale”.
“Questo incontro è utile per fare il punto sugli aspetti epidemiologici e per una puntuale programmazione dei servizi rispetto ai bisogni di una zona, quella dell’Amiata Senese che, se anche si unirà alla Valdichiana nel prossimo anno, come prevede la tabella di marcia nella legge di riordino, avrà sempre la sua specificità nei servizi” afferma il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Amiata Val d’Orcia Fabrizio Tondi. “ La pianificazione dei servizi socio sanitari, infatti, altro non è che l’analisi dei bisogni, delle criticità, delle stesse aspettative nel vissuto degli abitanti di un comprensorio sicuramente diverso dalla Valdichiana non solo per l’ambiente ma anche per le caratteristiche della popolazione.”
Della zona socio-sanitaria Amiata Val d’Orcia fanno parte 5 comuni con un totale di 22.118 abitanti: è la zona che ha il più basso tasso di natalità malgrado l’alta percentuale di stranieri. Altri dati epidemiologici saranno illustrati nel corso dell’evento.