Il Laboratorio di analisi chimico cliniche e microbiologiche di Campostaggia ha ottenuto anche per il 2018 la certificazione ISO 9001:2015. La prima risale a marzo 2010.
Questo traguardo assume un significato particolare perché raggiunto in un momento di lavori di ristrutturazione dei locali, necessari all'installazione di strumenti analitici di ultima generazione, acquisiti in seguito a gara regionale ESTAR.
L'ente certificatore ha apprezzato la capacità dimostrata nella pianificazione e controllo della fase di reingegnerizzazione dei processi, legata alle modifiche strutturali e impiantistiche necessarie per l'acquisizione dei nuovi sistemi analitici.

Nonostante il cantiere aperto, il Laboratorio, diretto dalla dottoressa Gianna Gozzi, è riuscito a svolgere la normale attività analitica, senza alcuna interruzione di servizio.
Questo grazie al lavoro di squadra e alla sintonia tra gli operatori dei diversi profili professionali che portano avanti quotidianamente l'attività di Laboratorio.
A tutta l'équipe un sentito ringraziamento da parte della direzione ospedaliera di Campostaggia e della direzione aziendale dell’Ausl Toscana sud est, per avere dimostrato professionalità in una situazione complessa, come l'attuale, anteponendo l'interesse dei cittadini alle difficoltà contingenti del momento.
“E’ un traguardo molto importante - ha commentato il dottor Agostino Ognibene, direttore dell’Area funzionale medicina di laboratorio e trasfusionale dell’Azienda USL Toscana sud est -. L’obiettivo è quello di portare a compimento a ruota, entro l’anno, la procedura di certificazione in tutti i Laboratori aziendali. Il 27 marzo avremo la visita ispettiva per la conferma della certificazione del Laboratorio di Nottola, a giugno seguiranno quelle di Arezzo e Grosseto per concludere l’iter in tutta la sud est”.