Giovedì primo giungo arriva all’ospedale di Grosseto il dottor Yuji Okuno, radiologo interventista di fama mondiale, che terrà una conferenza sul trattamenti delle patologie muscolo-scheletriche, in particolare in ambito sportivo, con le tecniche innovative della Radiologia interventistica.
Giovanissimo, appena 33 anni, responsabile dell’omonimo servizio all’Edogawa Hospital di Tokio, il dottor Okuno incontra i vertici della Asl, gli specialisti del Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Medicina di Laboratorio, diretto dal dottor Morando Grechi, e della Radiologia interventistica diretta dal dottor Massimo Pieraccini, all’Aula della Scuola di Robotica del Misericordia, alle 10.30. Questa conferenza, peraltro, è la prima del dottor Okuno in Italia  e viene fatta proprio a Grosseto.

Il luminare giapponese è entrato in contatto con i medici di Grosseto, nel corso di un meeting internazionale che si è svolto nelle scorse settimane a Barcellona, dedicato al trattamento delle patologie nello sport. A Barcellona, era presente il dottor Edoardo Laiolo, radiologo Interventista del Misericordia di Grosseto, esperto di radiologia muscolo-scheletrica, che ha invitato Okuno a presentare  le nuove tecniche applicate alla medicina sportiva.

Il dottor Okuno, infatti, è molto conosciuto in ambito internazionale “per aver sviluppato un nuovo metodo di cura delle artriti di media gravità, caratterizzate da dolore intrattabile, delle tendinopatie dolorose intrattabili nel tendine rotuleo e nel tendine quadricipitale, nonché della spalla congelata e postchirurgica mediante embolizzazione transarteriosa superselettiva”, spiega il dottor Laiolo.

Okuno, ha pubblicato diversi lavori in materia, sulle più prestigiose riviste internazionali di Radiologia interventistica, reumatologica e medico sportiva.