Un immobile di interesse storico-culturale quello del Pizzetti, da troppi anni rimasto in penombra. Così in questi giorni è stata ridata luce alla sede dell’Azienda Sanitaria con un intervento di illuminazione che oltre a rendere più sicuro il parco e i viali ridurrà i consumi e quindi i costi, grazie alle nuove tecnologie utilizzate. 

I lavori sono stati progettati, seguiti ed effettuati dal personale del Dipartimento Tecnico, con lo scopo di aumentare l’intensità dell’illuminazione lungo le due strade principali di accesso a Villa Pizzetti (da viale Cimabue e via Mantegna), e per garantire così maggiore sicurezza per utenti che usufruiscono dei servizi Asl erogati in quella sede e dipendenti che vi lavorano. La sede Asl di Villa Pizzetti ospita gran parte degli uffici amministrativi della zona di Grosseto e anche servizi al cittadino tra cui Medicina Legale, Dipartimento di Prevenzione (Igiene Pubblica, Veterinaria, centro Vaccinazioni, ecc), Dipartimento salute mentale, Centro Fisioterapia e Riabilitazione, Ufficio protocollo, Rsa e Centro diurno Alzheimer. 

In particolare l’intervento ha consistito nella sostituzione delle armature stradali a vapori di mercurio e neon esistenti con armature a tecnologia a LED. La modifica ha portato un duplice vantaggio perché oltre ad ottenere una capacità luminosa raddoppiata, contribuirà a una riduzione dei consumi di circa il 59%.

 “Abbiamo voluto rendere più idonea l’illuminazione esterna al Pizzetti – dichiara Francesco Ghelardi, direttore amministrativo Asl Toscana sud est – per garantire a chiunque si rechi alla sede Asl nelle ore di minor luce o nel tardo pomeriggio, di poterlo fare nella massima sicurezza. In questo ci viene incontro la tecnologia LED che ci permette anche di risparmiare notevolmente sul consumo. Poter accedere facilmente e in sicurezza a servizi e/o cure e al proprio luogo di lavoro rappresenta un aspetto importante per il benessere di pazienti e dipendenti che l’Azienda persegue in ogni sede del territorio”.