Potenziata la rete dell’emergenza territoriale in provincia di Grosseto. Dal primo luglio, entreranno in servizio 16 nuove ambulanze BLSD, con personale del Volontariato a bordo, attrezzate per la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione, in nuove postazioni o per incrementare quelle gia esistenti. A queste si aggiungono anche 2 BLSD, una a Grosseto e una a Orbetello, dedicate esclusivamente ai trasferimenti intraospedalieri, per un totale di 18 nuovi mezzi.

Le principali novità riguardano la zona costiera a maggior impatto turistico, ma una particolare attenzione è stata data anche alle aree più interne e più difficilmente raggiungibili con i mezzi di soccorso. Ad esempio, Castell’Azzara, Monterotondo Marittimo, Cinigiano, Santa Fiora, Semproniano, Magliano in Toscana, Marsiliana (Manciano), Sassofortino (Roccastrada) dove sono state attivate nuova postazioni, con ambulanza BLSD h12.
Sempre nelle aree collinari il servizio è stato implementato h 12, a Civitella Paganico, Casteldelpiano e  Roccalbegna. Restano invariate le altre postazioni esistenti.

Sulla costa, l’incremento della rete riprende lo schema degli anni scorsi, aggiungendo la nuova BLSD h12 di Scarlino, non presente in precedenza. Per il resto, riguarda Follonica, Punta Ala (BLSD h24 nei mesi di luglio e agosto), Castiglione della Pescaia, Grosseto, Marina di Grosseto (Pet h 12, con una ambulanza infermierizzata, nei mesi di luglio e agosto), Isola del Giglio, Monte Argentario.

Contestualmente alla pubblicazione della delibera che riorganizza la rete dell’emergenza nelle province di Grosseto e Siena, è stata approvata anche quella per la proroga dell’accordo con il Volontariato, per il periodo 1 luglio- 31 dicembre 2017.